Grandi sciatori italiani: la top 5 dei campioni dagli anni 70 ad oggi

La tradizione di sciatori è impareggiabile: sul blog di Kijiji riscopriamo perchè con i migliori video di 5 leggende dello sci italiano.

gustav thoeni

Il mitico Gustav Thoeni

Con le Olimpiadi invernali di Sochi in pieno svolgimento in questi giorni, ecco tornare puntuale l’interesse degli italiani verso gli sport invernali. E proprio nello sci alpino, uno sport molto popolare da noi anche in tempi non sospetti, è arrivato da poco un importante successo azzurro: la [medaglia d’argento][12] di Christof Innerhofer nella discesa libera maschile.

Questa medaglia va ad inserirsi nella gloriosa tradizione vincente dello sci italiano, che dagli anni 70 ad oggi ha portato gli atleti azzurri a collezionare successi e medaglie. Se negli anni 70 la Valanga Azzurra di Gustav Thöni e Piero Gros faceva tremare i rivali austriaci e francesi, più di recente, tra la fine degli anni 80 e i primi anni 2000, ci hanno pensato campioni come Alberto Tomba, Deborah Compagnoni, e Kristian Ghedina a tenere alto l’onore dell’Italia sciistica.

Tanti sono gli sciatori e le sciatrici italiani che con le loro vittorie sono entrati nella leggenda. Noi oggi vogliamo ricordarne 5, quelli che più di ogni altri hanno fatto la storia di questo sport affascinante.

Alberto Tomba

Questa vittoria nello slalom speciale durante la Coppa del Mondo del 1994 riassume in pieno la grandezza del mitico Alberto Tomba: la sua determinazione, la sua spavalderia, la sua incredibile forma fisica e precisione tecnica. “Tomba la Bomba” è stato lo sciatore italiano più leggendario di sempre, un vero campione dentro e fuori dalla pista da sci, grazie alla sua simpatia e al suo carattere estroverso. Nella storia Albertone non ha avuto rivali quanto ha titoli vinti: con 50 vittorie in Coppa del Mondo, 3 ori olimpici, e 4 podi ai Mondiali, è di gran lunga lo sciatore italiano più vittorioso di sempre.

Gustav Thöni

La prima vera leggenda dello sci alpino italiano: negli anni 70 Gustav Thöni trascinò la nazionale azzurra ad una serie di successi senza precedenti in questo sport. Lo sciatore della Val Venosta era il capofila della cosiddetta Valanga Azzurra, la nazionale italiana maschile di sci che annoverava tra le sue fila leggende del calibro di Piero Gros, Erwin Sticker, e Tino Pietrogiovanna. Thöni lasciò il segno soprattutto grazie ai suoi successi nella Coppa del Mondo, di cui fu vincitore per 4 volte tra il 1971 e il 1975. Specialista nello slalom speciale e gigante, Thöni negli anni 90 fu anche allenatore e mentore di Alberto Tomba.

Deborah Compagnoni

Senza dubbio la sciatrice italiana più leggendaria di sempre. Quello che Alberto Tomba è stato per lo sci maschile, Deborah Compagnoni lo è stata per lo sci femminile: il volto più riconoscibile in questa disciplina, dominatrice indiscussa delle piste durante gli anni 90. Questo nonostante una carriera tutt’altro che semplice, costellata di infortuni di cui due gravissimi ai legamenti crociati: ostacoli che Deborah ha saputo superare con grande tenacia e determinazione. La sciatrice valtellinese ha fatto la storia dello sci alpino: fu infatti la prima atleta a conquistare una medaglia d’oro in tre Olimpiadi consecutive nella storia di questo sport.

Kristian Ghedina

Un altro campione italiano di sci che ha saputo rialzarsi e tornare ad alti livelli dopo momenti di grande difficoltà. Dopo aver vinto l’argento in combinata ai Mondiali del 1991, Kristian Ghedina rimase vittima di un grave incidente d’auto che ne mise a rischio la vita. Ma lo sciatore originario di Cortina riuscì a tornare tra i grandi, imponendosi come l’asso italiano della discesa libera per tutti gli anni 90 e fino al suo ritiro nel 2006. Addirittura dopo il suo ritiro tentò la carriera di pilota automobilistico in diverse competizioni nella categoria turismo. Ghedina è rimasto un grande esempio di tenacia e coraggio, anche per gesti spericolati come la “spaccata” a 140 km/h che si può vedere nel video sopra.

Isolde Kostner

Un’altra leggenda nel panorama dello sci alpino femminile, Isolde Kostner ha saputo ritagliarsi un posto nel cuore degli appassionati non solo per i suoi successi, ma anche per la sua semplicità. La sua striscia vincente iniziò con lei ancora giovanissima, con un oro ai Mondiali juniores conquistato a soli 18 anni, seguito a ruota da due bronzi alle Olimpiadi del 1994. Il suo successo più importante è stato senza dubbio la conquista della Coppa del Mondo di discesa libera nel 2001, la prima nella storia dello sci italiano. Oltre a questo la sciatrice della Val Gardena si è aggiudicata 2 ori ai Mondiali, 3 podi alle Olimpiadi, e 51 podi totali in Coppa del Mondo.

Vuoi rivivere le emozioni di questi grandi campioni dello sci italiano? Inizia cercando l’attrezzatura da sci più adatta a te tra le migliaia di annunci presenti su Kijiji!