Come valutare il prezzo di un iPhone usato

Valutare il prezzo di un iPhone usato non è un'operazione semplicissima. Sono molteplici le variabili da considerare. Vediamo come farlo al meglio

Era il 9 gennaio 2007 quando Steve Jobs presentava al mondo il primo iPhone della storia. In commercio dall’estate di quell’anno, l’iPhone è divenuto ben presto un vero e proprio status symbol. Ormai, è stata ampiamente superata la soglia del miliardo di unità vendute a livello globale e il suo successo commerciale non accenna a diminuire. Il lancio di iPhone 8, iPhone 8 plus e soprattutto iPhone X - chiamato anche lo smartphone del futuro - non faranno altro che alimentarne lo straordinario successo. E come accade per tutti i prodotti largamente affermati, vi è anche un fiorente mercato dell’usato. Anzi, nel caso dello smartphone Apple, si può tranquillamente affermare che vi sia un mercato parallelo dedicato alla seconda mano (o terza, etc.). Per questo motivo, la determinazione del valore di un iPhone usato interessa a molti. E una valutazione attenta e oggettiva è un ottimo presupposto per una compravendita veloce e che lasci soddisfatte entrambe le parti, venditore e acquirente.

VALORE IPHONE USATI (aggiornato al 30/09/2017)

In questa tabella trovate suggeriti i range di prezzo ai quali potete vendere/acquistare un iPhone usato, tenendo presente che numerose variabili influenzano il valore finale di vendita.

Tabella Prezzi iPhone Usati

Per massimizzare la vendita del vostro iPhone, vi consigliamo di leggere la nostra guida su come vendere iPhone usati. Se, al contrario, state cercando un iPhone usato, potete leggere il nostro appofondimento su come acquistare un iPhone usato in tutta sicurezza.

Il fattore più importante nella valutazione

Il valore di un iPhone usato dipende in primo luogo dallo stato di usura. Questo è certamente il fattore più rilevante. Le condizioni di salute del display e della scocca sono variabili fondamentali per la valutazione. Come noto, l’iPhone è anche e soprattutto un prodotto “estetico”, di design. Perciò, la presenza di eventuali danni può influire pesantemente sul suo prezzo. In questo caso, è necessario valutare l’entità di tale deterioramento e può tornare utile effettuare una comparazione con altri iPhone usati già in vendita. Andando a rilevare il prezzo di alcuni prodotti con il medesimo stato di usura e facendo una media aritmetica, è possibile avere una buona stima del valore di compravendita. Per semplificare, conviene distinguere cinque condizioni diverse di un iphone usato:

  1. Pari al nuovo: l’iPhone è nuovo come se fosse appena uscito dalla scatola
  2. Ottimo: l’iPhone presenta leggeri segni dovuti all’usura
  3. Buono: l’iPhone presenta lievi graffi e/o ammaccatture
  4. Danneggiato ma funzionante: l’iPhone presenta danni significativi come vetro rotto, tasto home non funzionante, batteria di scarsa durata
  5. Non funzionante: le funzioni base (avvio/spegnimento, fotocamera, wifi, touch ID) dell’iPhone sono compromesse

Considerando solo gli ultimi modelli (7 e 6s), un iPhone pari al nuovo può valere fino a 50/60 euro in più rispetto ad uno in buone condizioni (30/40 euro in più se in ottime condizioni).

iPhone X

Versione e memoria, gli aspetti da considerare

Partendo dal presupposto che sia stata fatta una corretta valutazione dello stato di conservazione del prodotto, possiamo vedere quali siano i prezzi di riferimento delle varie versioni. Per farlo, ci possiamo affidare alle ricerche online così come, nuovamente, agli altri usati già in vendita. Di un iPhone 7 plus il prezzo usato è di circa 690-770 euro per il modello da 32 GB di memoria. L’importo cresce in maniera significativa se i GB sono 128. In questo caso, il prezzo si attesta intorno ai 750-850 euro. Si può arrivare a 780-860 euro se la memoria è di 256 GB, vale a dire il massimo disponibile su iPhone 7 plus. Per un iPhone 7 il prezzo usato non differisce molto dal “fratello maggiore”. Ricordiamo che le differenze fra 7 e 7 plus risiedono nella diagonale dello schermo (rispettivamente 4.7” contro 5.5”), di conseguenza nelle dimensioni totali del telefono, nel peso (50 grammi in più per il plus), nell’autonomia e nella memoria RAM (2 giga contro 3).

Andando indietro con la versione, vedremo che per un iPhone 6s plus il prezzo usato è inferiore ai 500 euro per il modello da 32 GB di memoria. Per l’altro, da 128 GB, l’incremento è di circa un centinaio di euro. Come già evidenziato per il 7, anche per l’iPhone 6s il prezzo usato non si discosta molto dal plus. Qui entrambi montano una RAM da 2 giga, perciò le differenze sono esclusivamente di natura fisica fra 6s e 6s plus (diagonale, dimensioni totali e peso), fatta eccezione per l’autonomia della batteria.

Ulteriori parametri di valutazione di un iPhone usato

Abbiamo quindi esaminato i principali fattori che formano il prezzo di un iPhone usato. Oltre a questi, vi sono dei parametri ulteriori che possono contribuire alla valutazione, anche in maniera importante. Fra questi, possiamo menzionare la presenza della confezione di acquisto originale (che può aumentare di 20-30 euro il prezzo finale), il passaggio fra più proprietari (ammesso che sia un’informazione verificabile), il paese di acquisto del prodotto (se in Italia o all’estero), il periodo residuo di garanzia, eventuali operazioni di manutenzione effettuate, la presenza di problemi di natura software, le prestazioni della batteria. Le variabili totali quando si parla di “melafonino” sono quindi davvero numerose. Il consiglio fondamentale resta quello di osservare il mercato, anche per un breve periodo, prima di procedere alla formulazione della valutazione economica. L’iPhone è un prodotto molto richiesto e gode di un mercato di seconda mano davvero dinamico. Per esempio, potete dare un’occhiata agli annunci di iPhone usati presenti su Kijiji per decidere qual è il prezzo giusto per comprare/vendere un iPhone usato: