Guida per l'acquisto di uno smartphone usato

Se siete alla ricerca di un buon consiglio per l'acquisto di uno smartphone usato siete approdati nel posto giusto. Scopriamo come valutare uno smartphone usato e se conviene acquistarlo.

Se siete alla ricerca di un buon consiglio per l’acquisto di uno smartphone usato siete approdati nel posto giusto. Scopriamo come valutare uno smartphone usato e se conviene acquistarlo. Quando si guarda al mercato degli smartphone nuovi, ed ancor di più a quello dei cellulari usati, è evidente come esso sia un settore estremamente variegato, pronto a soddisfare qualsiasi genere di utente. Ad arricchire ulteriormente un settore già molto esteso, concorre l’aggiunta costante, da parte dei marchi produttori, di nuovi modelli, ai quali si aggiunge il lancio di aggiornamenti continui dei modelli già esistenti. Chi intende affrontare l’acquisto di uno smartphone usato deve quindi considerare proprio le evoluzioni e la ricchezza del settore.

Per scegliere il modello che meglio si addice alle proprie esigenze, il primo consiglio per uno smartphone usato è quello di restringere il campo di ricerca a due, o al più tre modelli di riferimento. In questo modo è possibile concentrarsi non solo su un numero limitato di modelli da valutare ma anche su determinati prodotti da cercare all’interno del mercato dell’usato. Una volta che la ricerca è stata ristretta è necessario restringere ancora di più il campo mettendo a frutto un ulteriore consiglio, ovvero, non scegliere mai un modello prodotto da più di due o tre anni.

La ragione per cui è meglio evitare di pensare all’acquisto di uno smartphone usato troppo vecchio è che i brand producono novità al massimo ogni anno. Ciò comporta di ritrovarsi fra le mani uno strumento poco performante ma anche incapace di beneficiare degli aggiornamenti indispensabili a utilizzare al meglio sia il sistema operativo che le app.

Dove acquistare uno smartphone usato?

Per l’acquisto di uno smartphone usato il mercato di riferimento, grazie al web è molto esteso. Ai siti di annunci, come Kijiji, che consentono di restringere il campo ad una determinata zona geografica e quindi di incontrare fisicamente il venditore, corrispondono siti di annunci, in cui è necessario fidarsi su quanto scritto dal venditore e soprattutto si è costretti ad acquistare il dispositivo a scatola chiusa. Nel caso di cellulari usati, è ovvio, che la soluzione migliore è incontrare direttamente il venditore, in modo da avere l’opportunità, prima di versare il denaro, di testare e valutare nel migliore dei modi, ciò che si sta comprando.

Come valutare uno smartphone usato?

Se la valutazione di uno smartphone usato non può essere effettuata acquistando direttamente dal web il dispositivo prescelto, essa è molto importante quando, pur servendosi degli annunci pubblicati sul web, si ha l’opportunità di incontrare personalmente il venditore. Quando si incontra il venditore il primo consiglio utile è quello di chiedere di sostituire o inserire la propria SIM all’interno del dispositivo mobile.

Verifica degli elementi esterni

La prima cosa da fare è ispezionare l’esterno dello smartphone: notate la presenza di ammaccature o graffi, le quali dimostrerebbero cadute o un utilizzo poco corretto del dispositivo. Inoltre, aprendo il dispositivo, se l’apertura è prevista, prendete visione anche della batteria, valutate se è originale o meno, e soprattutto se è integra. La valutazione degli elementi esterni non può che proseguire anche sullo schermo e sulla funzionalità della fotocamera: ovviamente graffi presenti sullo schermo possono compromettere il buon funzionamento del touch-screen e la raggiungibilità di alcuni tasti o applicazioni, mentre graffi sulla fotocamera potrebbero aver compromesso il funzionamento di alcuni sensori. Connettete, inoltre, se possibile, lo smartphone ad un caricabatterie e verificate il funzionamento dell’audio mediante gli auricolari. Spesso i connettori, pur apparendo integri, potrebbero essere danneggiati.

Verifica a smartphone acceso

Per testare al meglio lo smartphone accendetelo con la vostra SIM inserita. A questo punto testate il touch-screen e provate a scattare una foto. Fate anche una chiamata, per valutare le condizioni dell’audio, verificate la connessione internet, il collegamento Bluetooth e tutte le funzioni principali del dispositivo. Prendetevi tutto il tempo che serve. Un test efficace è quello condotto anche sull’invio di messaggi e chiamate mediante WhatsApp, così come il tempo di risposta nel caricamento delle pagine Facebook. Ricordate che maggiori saranno i test che eseguirete prima dell’acquisto più ridotta sarà la possibilità di incorrere in un acquisto sbagliato.

Codice IMEI, scontrino e venditore

Un controllo molto importante riguarda il Codice IMEI; la sua verifica, infatti, impedisce di acquistare uno smartphone rubato. Per controllare il codice IMEI basta navigare sul sito imei.info, attraverso il quale è possibile risalire al nome del proprietario o dei proprietari del cellulare, oltre a verificarne lo stato. Buona norma, sarebbe, richiedere lo scontrino d’acquisto: se lo smartphone ha meno di due anni, infatti, lo scontrino è necessario per sfruttare eventualmente la garanzia del dispositivo. Esso, ovviamente, è anche un mezzo per assicurare che lo smartphone non è rubato. In ultima analisi è bene che il venditore abbia formattato, riportandolo allo stato originale, il dispositivo. Una cosa molto importante da ricordare è che se lo smartphone risponde alle caratteristiche dell’annuncio proposto il venditore non dovrebbe riservare sorprese e dovrebbe mostrarsi ben disposto a sottoporre l’oggetto in vendita a qualsiasi prova. In caso contrario, se trova scuse per evitare che accendiate lo smartphone allora c’è sicuramente qualcosa che non va.

Conviene comprare uno smartphone usato?

È innegabile: l’acquisto di uno smartphone usato, si rivela spesso una scelta vincente, se compiuta con la giusta dose di attenzione e accuratezza. Le ragioni per acquistare uno smartphone usato sono strettamente legate al risparmio, difatti, il prezzo molto inferiore degli smartphone usati rispetto ai corrispettivi nuovi, è un elemento molto allettante per chi mette il risparmio al primo posto. Il risparmio non è solo quello immediato, ma anche a lungo termine: acquistare un cellulare nuovo oggi, significa anche pagare una certa quantità di denaro per un oggetto che dopo 8 mesi o al massimo un anno, vede crollare il suo valore sul mercato, a causa delle uscite costanti di nuovi modelli da parte dei brand del settore.