I migliori film di Eddie Murphy: la Top 5

Eddie Murphy è stato per molti un mito della comicità cinematografica nei film anni 80 e 90. Ecco in una top 5 i migliori film di Eddie Murphy!

Tutti conosciamo il talento di Eddie Murphy, che abbiamo visto all’opera in tante simpaticissime interpretazioni dagli anni 80 ad oggi. E l’attore americano proprio oggi compie 53 anni: Edward Regan Murphy, per tutti semplicemente Eddie, è nato infatti il 3 aprile del 1961 a New York, nel quartiere di Brooklyn.

Nel corso della sua carriera Eddie Murphy si è imposto come uno dei comici più spassosi e di più grande successo di sempre: merito soprattutto del suo stile unico, della sua parlantina sciolta, e della sua comicità diretta e senza peli sulla lingua.

L’attore afroamericano ha raggiunto la ribalta all’inizio degli anni 80 con Saturday Night Live, una trasmissione che nel corso degli anni ha contribuito a lanciare tanti dei più grandi comici americani di sempre. È del 1982 il suo debutto al cinema, nella commedia poliziesca 48 Ore, dove recita al fianco di Nick Nolte.

Questo è stato l’inizio per Eddie Murphy di una lunga carriera piena di successi, che si ricorda soprattutto per una serie di divertentissimi film cult degli anni 80 e 90. Non tutti sanno poi che Eddie Murphy ha avuto anche una carriera come cantante, e ha composto alcune hit come “Whatzupwitu”, dove duetta con l’amico di sempre Michael Jackson.

Ripercorriamo quindi la carriera di questo grande talento comico con la Top 5 dei suoi migliori film. Non dimenticate che i film di Eddie Murphy si possono ritrovare tutti nella sezione DVD di Kijiji!

5)     Il professore matto (1996)

In questa commedia di grande successo Eddie Murphy rivela tutta la sua verve comica e il suo talento di trasformista. Oltre al protagonista, lo scienziato obeso Sherman Klump, e al suo alter ego Buddy Love, Murphy interpreta altri 5 personaggi, portando il totale a 7. Il professore matto è il remake di un classico film di Jerry Lewis che non manca di buoni sentimenti, ma è soprattutto un concentrato di gag riuscitissime in cui Eddie Murphy “riempie” letteralmente ogni scena.

4)     Il principe cerca moglie (1988)

Anche in questa classica commedia anni 80 Eddie Murphy fa da mattatore indiscusso, portando il marchio inconfondibile della sua comicità. Ne Il principe cerca moglie Murphy interpreta Akeem Joffer, erede al trono dell’inesistente regno africano di Zamunda, sbarcato in America con l’obiettivo di trovare una moglie che lo ami per quello che è. A fianco a lui come co-star c’è l’attore e presentatore Arsenio Hall: anche in questo film i due interpretano ruoli multipli.

3)     Dreamgirls (2006)

Probabilmente la migliore interpretazione di sempre di Eddie Murphy in un ruolo “serio” è quella del cantante R&B Jimmy “Thunder” Early nel musical Dreamgirls, che gli è valsa anche la sua prima nomination all’Oscar come Miglior Attore Non Protagonista. Nel film Murphy ha modo di dare sfogo alle sue grandi doti canore, recitando al fianco di attori del calibro di Jamie Foxx e Beyoncé Knowles, in una storia ispirata alle vicende delle Supremes e dell’etichetta Motown Records.

2)     Beverly Hills Cop – Un piedipiatti a Beverly Hills (1984)

Il ruolo cinematografico più iconico nella carriera di Eddie Murphy è forse quello del piedipiatti del ghetto Axel Foley nella serie Beverly Hills Cop, che negli anni ha dato vita a tre film. Il primo episodio della trilogia è quello che più di tutti è diventato un cult, grazie al suo mix di azione e umorismo, e allo stile sboccato, arrogante, e spavaldo di Eddie Murphy. Un grande successo commerciale che è stato forse il film che più di tutti ha consacrato Eddie Murphy come star del grande schermo.

1)     Una poltrona per due (1983)

Se avete mai acceso la televisione il giorno della vigilia di Natale negli ultimi 30 anni, non potete non conoscere questo film. Questa commedia che definire classica è dir poco è stato il primo vero successo per Eddie Murphy, qui a dividersi la scena con l’altro grande comico Dan Aykroyd. Una poltrona per due mette in scena il classico tema dello scambio dei ruoli sociali, ispirandosi soprattutto al noto racconto “Il principe e il povero”, ovviamente con l’aggiunta di una buona dose di gag e di momenti cult.