Rombi a stelle e strisce: le 20 migliori auto americane anni 50

Le auto americane anni 50 sono tuttora un sogno per molti grazie alle loro linee senza tempo. Ammirate i 10 migliori modelli in questa classifica di Kijiji!

Le auto americane hanno saputo ritagliarsi uno spazio e un’influenza senza eguali nel mondo dei motori. Cosa piuttosto unica, le auto americane prodotte nel corso degli anni non si ricordano solo per le linee accattivanti o per le grandi prestazioni, ma anche per avere incarnato il mito e la leggenda degli Stati Uniti d’America, in particolare nel periodo del boom anni 50.

In quei tempi l’America era un modello di prosperità e ricchezza in tutto il mondo, vera e propria mèta da sogno in cui sembrava fosse possibile realizzare ogni desiderio.

E le auto americane anni 50 erano parte integrante di questo sogno. Maestose e dalle linee spavalde e grintose, con motori ruggenti e dimensioni imponenti, sembravano fatte apposta per solcare le praterie e i deserti americani, o per sfrecciare per le vie di New York o Los Angeles.

Oltre ai marchi più noti come Ford, Chrysler, o Chevrolet, popolarissimi anche in Italia, ce n’erano altri che da noi non arrivarono mai, e che ben presto scomparvero nel nulla, ma non per questo meno affascinanti. Ecco una lista di quelle che secondo noi sono le 20 migliori auto americane anni 50, tutti modelli sontuosi che a distanza di 60 anni riescono ancora a lasciare a bocca aperta.

20) Buick Special

800px-1953_Buick_Special-2

Lungo tutti gli anni ’50, la storica casa Buick (di Flint, Michigan, ora facente parte del gruppo General Motors) ha immesso sul mercato vari modelli di Special, dalle coupé alle berline fino alle grandi station wagon. Quella della foto è una splendida Buick Special Riviera del 1953, il cui punto forte era il nuovissimo motore Nailhead a 8 cilindri.

19) Chevrolet Bel Air

[http://www.autogaleria.hu

Originariamente un’elaborazione della deluxe, la Bel Air divenne un modello a sé stante nel 1953. Il suo design rivoluzionò completamente il gusto dell’epoca e il modo di disegnare le auto: i tratti distintivi erano le vistose cromature in ogni angolo della macchina. Dato il grande successo, ne furono costruite serie diverse nel 1955, 1958 e 1959, che portarono qualche modifica nel look e nella meccanica (soprattutto la quarta serie), lasciando però inalterato lo status leggendario di questa auto.

18) Ford Del Rio

800px-1957_Ford_Del_Rio

Questo magnifico gigante della strada (poteva ospitare sei passeggeri) fu il modello di station wagon su cui decise di puntare la Ford sul finire degli anni ’50, anche in risposta al successo che stava riscuotendo la Chevrolet con la sua station wagon Nomad. Noi in questa lista abbiamo preferito la Del Rio alla Nomad, cosa che fecero anche gli americani (le vendite superarono di molto quelle della Chevy); non bastò, comunque, per convincere del tutto la Ford che cessò di produrla dopo appena due anni: i gusti della gente stavano per cambiare di nuovo, con l’avvento del nuovo decennio.

17) Chrysler 300C

1957-300C-rear2

Un grande classico targato Chrysler degli anni ’50, la 300C era dotata di un formidabile motore Hemi da oltre 6000cc, in uso nella maggior parte delle Chrysler degli anni a venire. Della serie 300 uscirono vari modelli lungo tutto il decennio: la più famosa rimane la 300c del 1957, venduta in 2.402 esemplari.

16) Pontiac Chieftain

800px-Pontiac_Chieftain_1952_2

Prodotta dal 1949 al 1958 in tre diverse edizioni, la Chieftain fu la prima, grande macchina prodotta interamente dalla Pontiac dopo la Seconda guerra mondiale (prima di questa erano infatti usciti modelli che erano rielaborazioni di vecchie Pontiac). Come molte grandi auto dell’epoca, uscì in versione coupé, berlina, decappottabile e station wagon. Non così famosa come altre auto di questa lista, la Chieftain è comunque molto apprezzata dai cultori del genere e da collezionisti.

15) Hudson Hornet

1024px-1952_Hudson_Hornet_Club_Coupe

Secondo molti americani dell’epoca, questa vettura superava la più famosa Cadillac in bellezza e come qualità di guida non aveva rivali. Una piccola curiosità: il personaggio di Doc Hudson, nel film della Pixar Cars, è ispirato nell’aspetto e nel nome a una vecchia Hudson Hornet.

14) Buick Century

OLYMPUS DIGITAL CAMERA

La storia della Century, una delle linee di maggiore successo della Buick, affonda le sue radici nel lontano 1936. Una seconda generazione di queste auto fu messa in produzione tra il 1954 e il 1958; l’idea era quella di costruire una vettura affine ma più piccola delle Buick Special (vedi sopra). Nel 1956 una di queste macchine, modello base, costava 2.963 dollari; anche la polizia stradale della California decise di dotarsi di queste macchine, in un’esclusiva edizione berlina a due porte.

13) Rambler Rebel

800px-1957_Rambler_Rebel_hardtop_rfd-Cecil'10

Gran macchina, la Rebel: prodotta in due tranches, tra il 1957 e il 1960 e tra il 1966 e il 1967, era una delle auto più di successo nel segmento delle muscle cars (auto sportive ad alte prestazioni). Fu tra le primissime macchine in assoluto ad avere un sistema di iniezione elettronica.

12) Ford Fairlane

1958_Ford_Fairlane_500_Skyliner

Il 1957 fu un anno cruciale in casa Ford: tra le tante novità di quell’annata, spiccava sicuramente l’introduzione di questo nuovo modello, che prendeva il nome dalla villa di Fair Lane, dove viveva Henry Ford. Venne realizzata anche una variante, la Fairlane 500 Skyliner, la prima a introdurre un sistema di tetto a scomparsa automatizzato. Tale sistema era però rudimentale e occupava troppo spazio: necessitava di tre motorini e di ben 185 metri totali di cavo, sicché fu presto accantonato.

11) Cadillac Serie 70

Cadillac_Limousine_1950

Nel 1950 la Cadillac presentò un modello completamente rinnovato della vecchie Serie 70, giunta ormai alla quarta generazione: questa era la prima realizzata nel dopoguerra, e poteva ospitare fino a sette passeggere grazie ai sedili a scomparsa (strapuntini – ma solo nella versione limo). La Serie 70 fu un grande successo Cadillac che aprì di fatto gli ani ’50, un periodo di cui questa macchina fu protagonista anche con le tre generazioni di Serie 70 successive.

10)   Dodge Coronet

dodge coronet

Al top della gamma tra le macchine Dodge fino alla metà degli anni 50 c’era la Dodge Coronet, modello di punta per il marchio americano anche successivamente e fino agli anni 70. Tra i suoi modelli più storici ricordiamo la seconda generazione del 1953, dal caratteristico motore “Red Ram” V8 e prima auto a montare lo stemma Dodge dell’ariete, e la Coronet Lancer del 1957 dalle inconfondibili “pinne” posteriori.

9) DeSoto Firedome

desoto firedome

Uno di quei marchi americani anni 50 che oggi possiamo solo rimpiangere è DeSoto, storica divisione della Chrysler che ha visto la chiusura nel 1961. Tra i suoi modelli più indimenticabili impossibile non citare la DeSoto Firedome, vettura di alta gamma con trazione posteriore, motore Hemi V8 anteriore, e disponibile come berlina, station-wagon, coupé e convertibile. La terza serie del 1957 poteva raggiungere una notevole velocità di 185 km/h.

8)  Nash-Healey

nash healey 1951

Pochi oggi conoscono questa vettura risalente ai primi anni 50, eppure la Nash-Healey è considerata la prima auto sportiva americana a due posti prodotta dopo la guerra. La compagnia che le diede i natali era la Nash-Kelvinator, che produceva automobili così come frigoriferi, e scomparve dalle scene già nel 1957. La Nash-Healey fece in tempo comunque a comparire in diversi film del periodo, e a subire un restyling da parte di Pinin Farina.

7)  Pontiac Bonneville

pontiac bonneville

Uno dei modelli più importanti di sempre per il marchio Pontiac è stata sicuramente la Bonneville, che fece la sua comparsa negli autosaloni nel 1957, e da allora è stata prodotta ininterrottamente fino al 2005. La Pontiac Bonneville segnò un punto di svolta rispetto ai modelli prodotti fino allora con quel marchio: era un’auto lussuosa e potente, di grandi dimensioni e con motore a iniezione da 300 CV di potenza. Da allora l’immagine della Pontiac ne uscì completamente cambiata.

6)    Chrysler New Yorker

chrysler new yorker

Come per altri marchi, anche per la Chrysler uno dei modelli più importanti della propria storia è rimasto indissolubilmente legato agli anni 50: stiamo parlando della Chrysler New Yorker, in produzione dal 1940 al 1996. Sono proprio i modelli lanciati negli anni 50 quelli che più di tutti sono rimasti nel cuore degli appassionati: da ricordare soprattutto il modello del 1951, il primo a introdurre il motore V8 “Hemi” da 180 CV, e quello del 1957 dal design “Forward Look” molto in voga all’epoca.

5)   Buick Roadmaster

buick roadmaster

Modello di punta della Buick dagli anni 30 a fine anni 50, la Roadmaster ha rappresentato il massimo della gamma a livello di qualità, prezzo e dimensioni per il marchio di casa General Motors. Disponibile principalmente come berlina hardtop o convertibile, la Buick Roadmaster già nei primi modelli raggiungeva una lunghezza di poco inferiore a quella di una limousine, ponendosi quindi come rivale di vetture di alta gamma come Cadillac e Lincoln.

4)   Continental Mark II

continental mark 2

Anche se a tutti gli effetti si tratta di un’auto assimilabile al marchio Lincoln, tecnicamente questo modello, oggi rarissimo, era firmato da Continental, una divisione della Ford dalla vita breve, che dopo pochi anni di vita fu assorbito proprio da Lincoln. La Continental Mark II voleva rappresentare il prodotto Ford più lussuoso sul mercato, con uno stile e un’impronta decisamente europea. Ne risultarono circa 3000 auto prodotte tra il 1956 e il 1957: un vero gioiello per i collezionisti.

3)    Cadillac Eldorado

cadillac eldorado 1957

Una tra le auto americane che più di tutte hanno incarnato il sogno americano, fatto di lusso sfrenato e macchine da sogno. La Cadillac Eldorado rappresentava un vero lusso per pochi, ma allo stesso tempo è rimasta impressa nella memoria collettiva come simbolo degli anni del rock’n’roll e di un periodo unico nella storia americana. Nei suoi 50 anni di vita, dal 1952 al 2002, la Eldorado non ha mai perso quell’attitudine da “ragazza cattiva”.

2)   Chevrolet Corvette

corvette c1

La mitica vettura di casa Chevrolet non è nuova sulle pagine di questo blog: questo perché insieme a pochi altri modelli si trova nell’Olimpo delle auto americane più leggendarie di sempre. Le sue origini risalgono agli anni 50, con la Chevrolet Corvette modello C1presentata al pubblico nel 1953. Da allora questa sport car a stelle e strisce dallo stile unico e dalle linee inconfondibili ha vissuto una lunga carriera di successi, arrivando oggi alla settima generazione.

1)    Ford Thunderbird

ford thunderbird

A contendersi il titolo di miglior auto americana anni 50 con la Corvette c’è la Ford Thunderbird, un altro modello che definire iconico è riduttivo. Quella tra gli americani e la Thunderbird è una vera storia d’amore: nessun’auto ha saputo rappresentare meglio i sogni e le aspirazioni di una generazione. Una vettura inconfondibile che ha dato origine alla categoria delle “personal luxury cars” e a tutto un filone di sportive coupé di alta classe.