30 Annunci

Link sponsorizzati

Freno anteriore ducati monster in Motori

  • Disco freno anteriore Ducati Monster 600 750 900 1000

    Disco freno anteriore Ducati Monster 600 750 900 1000

    "Disco freno anteriore GRIMECA nuovo, mai montato. Ottimo stato, tutto come da foto. Spedizioni 8 Euro CODICE: X1040 CONTATTO WHATSAPP: 3396014209 (INDICATE IL CODICE NEL MESSAGGIO) Accettiamo i principali sistemi di pagamento. Spediamo in Italia ed Europa tramite corriere espresso e pacco tracciato. Disponibili molti altri accessori e ricambi, per qualsiasi dubbio non esitare a contattarci

    Fermo

    26 maggio, 14:29

    120 €

  • Pompa freno anteriore moto ducati monster -1999-

    Pompa freno anteriore moto ducati monster -1999-

    Pompa freno anteriore moto ducati monster -1999- pompa freno anteriore moto sinonimi: pompa,freno,anteriore,ant.,ant,pomp.,pomp,

    Cremona

    14 marzo, 11:50

    50 €

  • Leva freno anteriore moto ducati monster -1999-

    Leva freno anteriore moto ducati monster -1999-

    Leva freno anteriore moto ducati monster -1999- leva freno anteriore moto sinonimi: leva,freno,anteriore,ant.,ant,davanti,

    Cremona

    14 marzo, 11:48

    20 €

  • Pinza freno anteriore sx moto ducati monster -1999-

    Pinza freno anteriore sx moto ducati monster -1999-

    Pinza freno anteriore sx moto ducati monster -1999- pinza freno anteriore sx moto sinonimi: pinza,freno,anteriore,ant.,ant,sx.,sx,sinistro,sinistra

    Cremona

    14 marzo, 11:45

    100 €

  • Dischi freno anteriore ducati monster - 1993 1998

    Dischi freno anteriore ducati monster - 1993 1998

    Loggetto in vendita esattamente come si vede nella foto.gt

    Cerignola

    25 febbraio, 02:26

    170 €

  • Leva pompa freno anteriore ducati monster

    Leva pompa freno anteriore ducati monster

    Loggetto in vendita esattamente come si vede nella foto.gt

    Cerignola

    25 febbraio, 02:25

    120 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 750 1994-2001 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 750 1994-2001 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:11

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 800 2003-2004 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 800 2003-2004 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:11

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 900 1993-2004 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 900 1993-2004 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:11

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER S4 916 2001-2003 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER S4 916 2001-2003 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:11

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER S4R 996 2003-2006 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER S4R 996 2003-2006 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:11

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 600 1994-2002 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 600 1994-2002 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:08

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 620 2002-2005 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 620 2002-2005 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:08

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 695 2006-2008 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 695 2006-2008 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:08

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 696 ABS 2010-2014 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 696 ABS 2010-2014 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:08

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 696 2008-2014 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 696 2008-2014 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 16:08

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 1000 S2R 2006-2007 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 1000 S2R 2006-2007 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 15:38

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 1000 2003-2005 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 1000 2003-2005 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 15:36

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 1000 S 2003-2005 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 1000 S 2003-2005 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 15:36

    130 €

  • Disco Freno per DUCATI MONSTER 400 1994-2006 Margherita Anteriore

    Disco Freno per DUCATI MONSTER 400 1994-2006 Margherita Anteriore

    I dischi FLOTTANTI MARGHERITA Evolution Italy sono ricavati dal pieno e prodotti con macchine a controllo numerico CNC. Sono composti da due materiali diversi: - la pista è in acciaio inox martensitico AISI 420 ad elevata percentuale di carbonio - il cestello è in alluminio anodizzato Anticorodal 6082. La loro peculiarità è di avere la pista libera di muoversi lateralmente rispetto al cestello. Grazie a questa proprietà, in caso di disallineamento della pista frenante, causata dal surriscaldamento, avverrà un autoallineamento tra pastiglie e pista che conferirà una soglia di resistenza agli sforzi maggiore rispetto ad un disco tradizionale. Il modello Margherita è stato creato per di facilitare: - l'espulsione dei residui di consumo delle pastiglie - un maggior raffreddamento del disco La pista ed il cestello sono unite tramite NOTTOLINI in ACCIAIO che possono montare sia RASAMENTI PIATTI che ONDULATI. Con i rasamenti piatti il disco risulta più RUMOROSO perchè il cestello è più libero di muoversi. Questo tipo di rasamento è generalmente usato solo in pista. Con i rasamenti ondulati il disco, ha sempre il movimento laterale della pista frenante, ma risulta più SILENZIOSO, perchè il gioco del cestello è ammortizzato proprio dal rasamento ondulato. Anche rispetto ai dischi solidi senza cestello hanno un ulteriore vantaggio perchè, data la ridotta trasmissione di calore dalla pista frenante al cestello, diminuisce il rischio di distorsione del disco. I colori disponibili dei cestelli sono: arancione, blu, nero, oro, rosso, silver, titanio e verde. Per personalizzare gli accessori della vostra moto abbiamo aggiunto i servizi ANODIZZAZIONE e MARCATURA LASER.

    Lissone

    14 febbraio, 15:36

    130 €

  • Coppia Dischi Freno anteriore Brembo T-Drive 320mm per Ducati Monster

    Coppia Dischi Freno anteriore Brembo T-Drive 320mm per Ducati Monster

    BREMBO RACING DISCDurante la frenata il disco dissipa l'energia cinetica della moto, attraverso il calore prodotto dall'attrito tra le pastiglie ed il disco stesso. Quest'ultimo viene quindi sollecitato da un'azione termomeccanica alla quale il disco deve resistere senza deformarsi permanentemente. Ogni disco è dotato della propria inerzia (tendenza di un corpo a non modificare il proprio stato di moto) dipendente da peso e diametro esterno, che, in pratica, influenza la rapidità nei cambi di direzione. Il progetto di un disco non può quindi prescindere da quanto sopra e sarà tanto migliore quanto più riuscirà a essere leggero e nel contempo resistente.DISCO T-DRIVENato dall'esperienza maturata in SBK e MotoGP, il disco "T-Drive" presenta un nuovo accoppiamento tra fascia e campana, costituito da otto perni a "T" ricavati sul disco e da otto sagome sulla campana, che consente l'eliminazione dei nottolini di trascinamento. Questo sistema garantisce la trasmissione della coppia frenante in modo più efficace e migliora la resistenza agli stress termo meccanici.Il sistema "T-DRIVE" permette la flottanza sia radiale sia assiale e consente di ridurre il peso complessivo del disco, portando un consistente vantaggio nella guidabilità. La fascia è stata ottimizzata sia riducendone l'altezza (più leggerezza) sia ridistribuendo la disposizione dei fori (di diametro differenziato). Anche la campana contribuisce in maniera sostanziale al risultato finale: realizzata in lega leggera tramite lavorazioni CNC, è stata progettata per garantire leggerezza e rigidità.Caratteristiche TecnicheFissaggio                              - Come originaleAltezza fascia                       - 33.2 mm.Spessore fascia                    - 5,5 mm.Materiale fascia                   - Acciaio inoxMateriale campana              - Lega alluminioNumero connessioni            - 8 Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive Brembo T-Drive  

    Portici

    11 gennaio, 03:05

    577 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 400 19

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 400 19

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    28 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 19

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 19

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    28 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 Da

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 Da

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    28 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 750 (M

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 750 (M

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    28 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 400 (M

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 400 (M

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    27 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 Me

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 Me

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    27 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 Da

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 600 Da

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    27 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 620 Da

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 620 Da

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    27 €

  • Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 800 S

    Pastiglie Freno Brembo SA Sinterizzate Anteriori Ducati Monster 800 S

    Sono caratterizzate da un elevato coefficiente d'attrito costante in tutte le condizioni d'utilizzo, quindi sia a freddo che a caldo nitamente ad un'usura contenuta che garantisce durata e percorrenza kilometrica adeguata. + SA - Mescola sinterizzata specifica per applicazione anteriore, caratterizzata da una buonissima efficienza in tutte le condizioni 'utilizzo. Ottima alternativa alle pastiglie originali.Il segreto di una frenata sicura sta anche nelle pastiglie Brembo, leader mondiale dei freni, integra la propria offerta con una gamma completa di pastiglie ad elevate prestazioni, risultato di una tecnologia d'avanguardia volta a migliorare la sicurezza dell'intero sistema frenante. Con un'ampia varietà di mescole, dalle sinterizzate alle carbon-ceramiche, e un elevatissimo numero di codici prodotto, Brembo soddisfa le specifiche esigenze di tutti i tipi di moto - da competizione, strada, città, off-road - e le aspettative di tutti i piloti. Le mescole normalmente utilizzate negli impianti frenanti sono classificabili in due sole famiglie, ORGANICHE e SINTERIZZATE e l'impiego di un tipo piuttosto che l'altro non è assolutamente legato all'utilizzo: esistono infatti pastiglie freno di diversa tipologia nel medesimo campo di utenza.+ Materiali sinterizzati: sono composti di polveri metalliche, con aggiunte di lubrificanti ed abrasivi che vengono agglomerati tra loro attraverso un processo con pressione e temperature elevate. La mescola si fissa al supporto metallico della forma voluta durante il processo di sinterizzazione senza aggiunta di alcun collante. Le polveri metalliche determinano quanto frena la pastiglia e quanto è stabile a temperature elevate; i lubrificanti concorrono nella stabilità complessiva della frenata, gli abrasivi tengono puliti i dischi.+ Scelta della mescola: le pastiglie hanno un loro campo d'applicazione. Questo dipende dalle diverse situazioni che una pastiglia freno deve affrontare: racing - privilegia la frenata ad alte temperature, strada - elevata stabilità, frenate a freddo e a medie temperature. Brembo ha una risposta per ogni esigenza.+ Rodaggio: è importantissimo per tutte le mescole e addirittura fondamentale per la mescola RC. Questa operazione si completa effettuando una serie di frenate leggere, lasciando tempo tra una e l'altra. Si compie così un corretto ciclo termico di riscaldamento e raffreddamento dell'impianto. Il periodo di rodaggio dipende dal tipo di mescola: rodaggio più lungo per le organiche rispetto alle sinterizzate.Le prestazioni delle mescole, molto diverse tra loro, sono descritte attraverso i seguenti parametri: l'efficienza (cioè quanto la pastiglia frena) viene espressa attraverso il coefficiente d'attrito medio e la stabilità dell'attrito alle principali grandezze che caratterizzano la frenata (velocità, decelerazione, temperatura). Viene rilevata attraverso opportune prove al banco e su veicolo.L'usura: è espressa come la quantità di materiale d'attrito usurato (in mm. di spessore oppure in volume) rispetto al numero di frenate effettuate (banco) oppure di Km. percorsi (veicolo). Le differenze funzionali tra le varie mescole si possono riassumere osservando i grafici proposti, relativi al coefficiente d'attrito in funzione della temperatura d'esercizio: si nota che la mescola RC (organico Racing, pag.12) dove 350 - 450°C. di temperatura d'esercizio possono essere considerati condizioni normali,  ossiede un coefficiente d'attrito a caldo molto elevato, mentre le mescole stradali (come appunto è la SA sinterizzato stradale, pag.13) sono progettate per funzionare al meglio a medie/basse temperature, e precisamente attorno ai 300°C. Quindi queste ultime, se utilizzate in pista e quindi sollecitate oltre misura, risentiranno dell'effetto di "fading" e cioè il degrado del coefficiente d'attrito: infatti, oltre una certa temperatura, tenderanno a perdere efficienza. Al contrario, utilizzando mescole Racing su strada (e quindi con i dischi freddi), il grip non sarà così buono e si potrà avere la frenata un po' lunga. Le mescole intermedie sono naturalmente un compromesso tra queste situazioni descritte, forniranno prestazioni buone in tutte le condizione pur non  eccellendo ai due capi estremi del range di temperatura d'esercizio.       

    Portici

    11 gennaio, 02:48

    27 €

Link sponsorizzati
 

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: