1 Annunci

Link sponsorizzati

Acquaviva 30 in Motori

  • Casa indipendente via Belisario Acquaviva, 30, Nardo'

    Casa indipendente via Belisario Acquaviva, 30, Nardo'

    Nardò: in zona Stadio, piano terra indipendente di 75 mq c.ca composto da 4 vani e acc.ri. Doppio ingresso e area solare di proprietà con possibilità di edificare. Ogni agenzia ha un proprio titolare ed e' autonoma - Le presenti informazioni non costituiscono elemento contrattuale. Nardò (Neritum o Neretum in latino, Nerìton in greco, Naretòn in messapico) è un comune italiano di 31.564 abitanti[1] della provincia di Lecce in Puglia. Dal 1952 si fregia del titolo di città[3]. Sorge in posizione pianeggiante a sud-ovest del capoluogo provinciale e include un tratto della costa ionica del Salento. Fu, per secoli, un importante centro bizantino e, dal 1497, sotto la famiglia ducale degli Acquaviva, divenne il principale centro culturale del Salento, sede di Università, di Accademie e di studi letterari e filosofici: fu definito la Nuoua Atene litterarum. Con quasi 32.000 abitanti e 190 chilometri quadrati di territorio è il secondo centro della provincia per popolazione ed estensione territoriale ed uno dei centri più popolosi e culturalmente attivi del Salento. Il centro storico di Nardò vanta una straordinaria ricchezza di palazzi, chiese, cappelle e singoli dettagli architettonici rendendola una delle città del Barocco Leccese, a pari merito con i centri di Lecce e Gallipoli. Il tratto di costa che costituisce l'affaccio di Nardò sul mare Jonio, si articola in piccoli centri abitati, noti come marine quali Santa Maria al Bagno, Santa Caterina, Sant'Isidoro e Porto Selvaggio. Quest'ultima è totalmente immersa nel Parco di Porto Selvaggio e Palude del Capitano realizzato attraverso un rimboschimento compiuto intorno agli anni '50. Il centro di Nardò rappresenta un vero tripudio d'arte barocca, grazie alla raffinatissima Piazza Salandra ed alle numerose chiese che testimoniano l'indiscusso valore religioso e artistico di una cittadina diventata già nel 1413 sede di diocesi. Ricordiamo tra le altre la Chiesa di San Domenico, la Chiesa di San Trifone, la Chiesa di Santâ€(TM)Antonio e il monumento dellâ€(TM)Osanna nei pressi di Porta San Paolo. Piazza Salandra ospita la Guglia dellâ€(TM)Immacolata di origine quattrocentesca, il Palazzo di città, il Sedile. Non manca anche un castello eretto tra il XV ed il XVI secolo, ed altri monumenti di assoluto livello sono l'imponente Cattedrale in stile romanico-gotico, il Palazzo dell'Università e la Biblioteca Comunale Achille Vergari ricca di ben ventunomila volumi di carattere scientifico, filosofico e teologico, data in eredità alla Chiesa nellâ€(TM)Ottocento dal medico Achille Vergari e poi passata al Comune. Unâ€(TM)altra curiosità: a Nardò, in una piccola casa pericolante, possiamo vedere una suggestiva rappresentazione di Murales che indica il passaggio di molti ebrei verso la Palestina negli anni del dopoguerra. Quello che più colpisce di Nardò è il numero di marine che può annoverare: ne ha quattro. Ogni agenzia ha un proprio titolare ed e' autonoma - le presenti informazioni non costituiscono elemento contrattuali.

    Nardò

    20 aprile, 20:00

    65.000 €

Link sponsorizzati
 

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: