30 Annunci

Link sponsorizzati

Offerte in Film e Dvd a Sant'Alfio

  • Le Grandi Ricette di Lisa Biondi

    Le Grandi Ricette di Lisa Biondi

    Edizioni Polaris (1995), cop. morbida, pp. 286, ottimo stato. Imballo + spedizione: euro 2,00 con piego di libri ordinario (non tracciabile); euro 5,00 con piego di libri raccomandata (tracciabile). Modalità di pagamento da concordare.

    Pontecagnano Faiano

    Oggi, 06:05

    4 €

  • Libro fotovoltaico

    Libro fotovoltaico

    Vendo manuale d'introduzione al fotovoltaico di recente pubblicazione usato ma in ottime condizioni.

    Rovigo

    Oggi, 06:05

    7 €

  • Il Centodiciannovesimo Ingranaggio di Pino Cacucci

    Il Centodiciannovesimo Ingranaggio di Pino Cacucci

    Nero di Seppia I Gialli del Gambero Rosso (1995), spillato, pp. 14, ottimo stato. Imballo + spedizione: euro 2,00 con piego di libri ordinario (non tracciabile); euro 5,00 con piego di libri raccomandata (tracciabile). Modalità di pagamento da concordare.

    Pontecagnano Faiano

    Oggi, 06:00

    2 €

  • Rara chitarra classica LANDOLA del 1971.

    Rara chitarra classica LANDOLA del 1971.

    Rara ed affascinante chitarra classica di liuteria finlandese. Marca LANDOLA del 1971, Made in Finland. Interamente fatta a mano, in ottime condizioni nonostante l'età di oltre quarant'anni. Suono caldo e molto dolce, ricchissima di armonici. Legni molto belli e stagionati dalla tipica profumazione di legno vecchio. Disponibile custodia rigida a 50 euro, oppure rigida leggera a 40 euro oppure imbottita a 25 euro. Spedizione con pacco ordinario tracciabile 15 euro.YAMAHA CG-180 S

    Catania

    Oggi, 05:59

    250 €

  • Chitarra acustica k. yairi jd-302. made in korea.

    Chitarra acustica k. yairi jd-302. made in korea.

    CHITARRA ACUSTICA K. YAIRI MODELLO YD 302 SERIALE (penso) 9831 ANNI â€(TM)70 (1977) Vendo straordinaria chitarra di liuteria giapponese risalente al 1977. Top in abete e fondo e fasce in palissandro. Il stuono è ricchissimo di armonici, grande volume e profondità di suono. La chitarra è in ottime condizioni per i suoi anni. Includo custodia rigida nel prezzo. Regalo eventuale spedizione.

    Catania

    Oggi, 05:59

    850 €

  • Chitarra classica spagnola contreras.

    Chitarra classica spagnola contreras.

    Vendo splendida chitarra spagnola CONTRERAS modello C-10 del 1992. Top in abete e fondo e fasce in mogano, tastiera in palissandro. Il suono é molto brillante, cantini pastosi tipici delle chitarre spagnole. Bassi profondi e caldi. L'equilibrio é stupefacente. Manico molto comodo e scorrevole. Gran volume. Disponibile a parte custodia rigida usata a 40 euro oppure imbottita nuova a 30 euro. Per ulteriori info e/o foto scrivete o telefonate al 3346339398. Spedizione con corriere 15 euro.

    Catania

    Oggi, 05:58

    480 €

  • Amplificatore chitarra classica/acustica ibanez ta-20.

    Amplificatore chitarra classica/acustica ibanez ta-20.

    Vendo per inutilizzo questo amplificatore per chitarra classica ed acustica da 20 watts. IBANEZ TA-20. Suono caldo ed avvolgente con effetti attivabili separatamente. Grande presenza. Fa parte della vecchia serie TA da non confondere con lâ€(TM)attuale T di gran lunga più scadenti e made in Cina. Lâ€(TM)ampli è stato usato poco e sempre in casa. Spedizione con corriere 12 euro.

    Catania

    Oggi, 05:57

    100 €

  • Chitarra spagnola vicente tatay tomas '90.

    Chitarra spagnola vicente tatay tomas '90.

    Vendo questa bella ed affascinante chitarra classica spagnola del costruttore Vicente Tatay Tomas. Il modello dovrebbe essere il 202 oppure 2.2 (non si legge bene). Made in Valencia. La chitarra è del 1990 ed ha qualche piccolo segno dovuto agli anni trascorsi, ma niente di rilevante. Chitarra pressoché introvabile! Meccaniche e corde sono nuove. Il suono è molto caldo e tipicamente spagnolo. Disponibile a parte custodia imbottita a 30 euro oppure rigida a 40 euro. Per le foto dettagliate scrivete oppure 3346339398.Spedizione con corriere 15 Euro.

    Catania

    Oggi, 05:56

    250 €

  • Il Mondo Greco

    Il Mondo Greco

    Vallardi (1990), cop. rigida fig., pp. 92, ill., come nuovo. Modalità di pagamento ed eventuali spese di spedizione da concordare.

    Pontecagnano Faiano

    Oggi, 05:53

    6 €

  • Storia della prima repubblica di Mieli

    Storia della prima repubblica di Mieli

    Causa mancanza di spazio vendo la serie completa 6 DVD Storia della prima repubblica di Paolo Mieli uscita qialche anno fa con panorama. I dvd sono inseriti in 3 custodie per dvd (2 per custodia) vedi foto. Pagamento in contanti al ritiro. Astenersi perditempo. Per eventuale spedizione contattatemi per decidere spese postali e metodo di pagamento.

    Medicina

    Oggi, 05:52

    15 €

  • Enciclopedia della donna dei f.lli Fabbri anni 60/70

    Enciclopedia della donna dei f.lli Fabbri anni 60/70

    Completa e rilegata contenenti molte illustrazioni

    Piobesi Torinese

    Oggi, 05:49

    Contatta l'utente

  • Gibson flying v black usa 1993 + custodia rigida originale

    Gibson flying v black usa 1993 + custodia rigida originale

    Vendo originale e bellissima chitarra Gibson Flying V Black Made in U.S.A â€" n° 90053803, anno di produzione 1993. Tutta originale, suonata poco sia da me che dal precedente proprietario, non è stato cambiato nulla, con estetica in ottimo stato, no crepe o botte, solo lievi segni di usura (vedi foto paletta sulla punta, mancante di vernice per un paio di millimetri sui bordi) ; acciai ancora lucidi, plastiche/ placchette intatte come nuove e vernice nera integra e lucida. Elettronica Gibson sempre perfetta, tasti al 100%, meccaniche precisissime, tastiera pulita e oliata, action bassissima, cordiera 0.10/0,46 Ernie Ball made in Usa , nessun difetto e pronta per suonare. Completa di custodia rigida originale dellâ€(TM)epoca, marrone, molto robusta e integra (interno perfetta , esternamente presenta qualche piccolo segno di utilizzo) chiusure e cerniere perfette, ma la combinazione numerica per chiusura a chiave non funziona. Prezzo non trattabile. Preferisco la consegna a mano (qualsiasi prova a casa mia, Valle Imagna)in provincia di BG , o zona casello Capriate SG-A4(dove lavoro) , comunque posso spedire con posta assicurata, pagamento tramite bonifico bancario(preferito) o paypal. Cell.3357833483. Un saluto

    Corna Imagna

    Oggi, 05:48

    850 €

  • L'istrione - Edwin O'Connor-Rizzoli 1° Edizione 1966

    L'istrione - Edwin O'Connor-Rizzoli 1° Edizione 1966

    Buono - interno perfetto, lieve ingiallimento pagine (alcune leggere macchiette/aloni distribuite su sette pagine diverse ai margini, esclusa una che e' tra le righe) - bordi leggermente ingialliti, superiore una piccola macchietta a ridosso del dorso, bordo inferiore puntino - bordo frontale puntino e uno leggermente piu' grosso - sovracoperta leggeri segni d'uso, aletta dx segno piega. rilegato con sovracoperta - pagine 168. invio immagini durante la sua lunga vita, daniel considine ha fatto solamente una cosa: ha ballato. ballerino di vaudeville, ha girato il mondo e della sua famiglia si è sempre oc¬cupato pochissimo; i rapporti affettivi con i familiari si sono limitati per quarant'anni a poche cartoline inviate da qualche continente. finché, una sera, daniel si accorge improvvisamente di essere molto, molto stanco e di portare sulle spalle tutta la solitudine del giramondo senza radici. fra l'altro, ora è anche povero; con la prodiga spensieratezza di certi irlandesi, non ha pensato a metter da parte un gruzzolo per la vecchiaia. senza un attimo di esitazione bussa alla porta del figlio. per lui è del tutto logico che quella casa sia anche la propria; per il figlio, viceversa, e ancor più per la moglie, daniel è soltanto un estraneo, peggio, un intruso che tende a distruggere la loro intimità. inizia così la lotta sorda, inconfessata, ma crudele, tra le due parti. figlio e nuora prenderanno la grande decisione: faranno ricoverare daniel in casa di riposo ... sono indimenticabili i vecchietti di o'connor: litigiosi, bisbetici, egoisti, con discorsi tutti reminiscenze personali e digressioni. guai se l'interlocutore si svia a parlare di sé: loro debbono essere il fulcro dell'attenzione generale. lo scintillante umorismo, velato di pudica malinconia, i dialoghi frizzanti di verve, le situazioni tragicomiche e, in particolare, questa figura patetica di « bohéme », fanno de l'istrione uno squisito capolavoro, una lettura incantevole.

    Bergamo

    Oggi, 05:43

    6 €

  • Una lezione di stile - Marta Morazzoni - Mondolibri

    Una lezione di stile - Marta Morazzoni - Mondolibri

    Ottimo - interno perfetto - lievissimo ingiallimento pagine e bordi - sovracoperta lievi tracce d'uso. rilegato con sovracoperta - pagine 288. lord ]eoffrey blands, gentiluomo; lady anna, sua moglie; la loro bambina, cecilia; maggiordomo, governante, giardiniere e altra servitù, tra cui antonia, una portoghese analfabeta: vivono tutti a ashbery house, una di quelle residenze di campagna, poco lontano da londra, che sono una meta obbligata per il turismo d'élite. protagonista e narratore della vicenda è un insegnante cui è stato affidato il non facile compito di far da precettore alla piccola cecilia, sei anni, muta dalla nascita (e non a caso omonima della nonna paterna). altri personaggi non meno importanti - soprattutto femminili - si muovono intorno a questa aristocratica famiglia, quasi smarrita in una dimora dove le porte sembrano separare più che mettere in comunicazione le varie stanze e la vita quotidiana di servi e padroni è scandita dalle rispettive incombenze: un andirivieni di estranei che convivono, ciascuno con i propri orari e le proprie nevrosi. l'insegnante, irrimediabilmente escluso da quel mondo, in cui anche gli affetti più intimi tradiscono pallori di porcellana e rossori di giada, è spesso a colloquio con se stesso e il suo passato, mentre il presente lo chiama a confrontarsi con persone da lui distanti, dalle quali è irresistibilmente attratto ma nei cui confronti mantiene una distanza di sicurezza che considera indispensabile per sopravvivere. egli, che ha sempre vissuto in seconda fila, sente d'essere suo malgrado una pedina nella scacchiera umorale dei padroni, tra una moglie che si considera uno spiacevole disguido nella vita del consorte e una bambina la cui menomazione fisica non ne rende più socievole il carattere. tutto - amori, antipatie, rapporti, ostilità - è non apertamente dichiarato, o detto a bocca chiusa, affidando a gesti impliciti la velata trasparenza dei moti interiori. in un sottile ma implacabile crescendo di suspense, tra buona educazione e silenti stupori, s'intersecano tensioni e relazioni; ma dietro il paravento delle forme si nasconde il vuoto dei valori, l'aridità del cuore. in questo romanzo, marta morazzoni affonda il bisturi della sua prosa in una realtà straniata, sfiorata dalla follia; ed è un bisturi impietoso, che incide con sarcasmo, e non di rado con umorismo, una vicenda percorsa da quasi impercettibili slittamenti psicologici. sullo sfondo di un'inghilterra sospesa fra tradizione e turbamento, una scrittura lucida, analitica, scende sotto la superficie delle apparenze, registrando, fino al sorprendente epilogo, le infinite implosioni dell' anima.

    Bergamo

    Oggi, 05:43

    4 €

  • Camagna la storia ( Enzo Luparia)

    Camagna la storia ( Enzo Luparia)

    Camagna.... la storia Enzo Luparia Libro nuovo - Incellophanato Rilegato con sovraccoperta Storia locale Invio con piego libri

    Bergamo

    Oggi, 05:43

    25 €

  • Cleopatra ( Arthur Weigall) Borghese 1963

    Cleopatra ( Arthur Weigall) Borghese 1963

    Corpo del libro perfetto - bordi lievemente "ingialliti" - un taglietto in prossimità del dorso "tavola della genealogia" - due segnetti residuo inchiostro e accenno lieve sottolineatura una riga. Una frase ultima pagina. Sovracopertina leggeri segni d'uso, due tagliettini 2 mm. Color panna. Rilegato con sovracoperta - pagine 354 Edizioni Il Borghese - Anno 1963 Amante appassionata e ispiratrice di Cesare, energica sposa d'Antonio, patetica madre di Cesarione, Cleopatra è senza dubbio una delle figure di donna più famose e affascinanti di tutti i tempi. Costantemente calunniata dagli storici, dopo che il moralismo patriottico dei Romani ne ha fatto il simbolo della sensualità orientale, sembra che solo i poeti, da Shakespeare a Bernard Shaw, abbiano cercato di risolvere il suo enigma e di darei un ri tra tto della sua anima in gran parte misteriosa. Ma Arthur Weigall, (1880-1934), che per molti anni fu Sovrintendente alle Antichità del Governo Egiziano e visse a lungo in quegli stessi luoghi che furono legati così stretta¬mente allo spirito di Cleopatra, ha affrontato l'argomento con l'entusiasmo di un innamorato e la profondità di uno studioso di gran razza. Il risultato è un'opera scrupolosamente esatta sul piano storico, che ci propone un'originale interpreta¬zione dei fatti e della protagonista, restituendole quasi una nuova vita pur senza cadere nelle facili suggestioni della biografia romanzata.

    Bergamo

    Oggi, 05:43

    6 €

  • Un leggero accento straniero (Marina Jarre)

    Un leggero accento straniero (Marina Jarre)

    Molto buono Corpo del libro perfetto - Sovracoperta alcune aloni di umidità visibili soprattutto all'interno - una superficiale sbucciatura angolo inferiore - piccoli taglietti agli angoli, uno riparato . Sono disponibili immagini Einaudi 1972 Rilegato con sovracoperta - pagine 440 Annotava Pavese nel suo diario di uomo e di scrittore che rimettere le mani su di un proprio racconto a distanza di tempo è sempre un'operazione rischiosa. L'arte ha una sua precisa e rigida legalità interna, alla quale nemmeno l'autore può sottrarsi. Intervenire su pagine già scritte significa spesso sovrapporvi indebitamente non solo un nuovo modo di concepire il fatto artistico, ma persino una diversa "visione del mondo", poiché romanzo romanziere non si mantengono nel tempo equidistanti, ma vivono di vita propria e autonoma, percorrono strade non di rado divergenti. Marina Jarre ha invece saputo attuare questo lavoro di revisione senza che il suo intervento venisse a turbare equilibri per loro natura delicatissimi. Il grosso romanzo "Un leggero accento straniero" pubblicato in queste settimane, dall'editore Einaudi, altro non è, infatti, che la rielaborazione di "Monumento al parallelo", uscito circa quattro anni fa e - per le sue indubbie qualità - certamente meritevole di un successo maggiore di quello effettivamente ottenuto. Ma adesso, con "Un leggero accento straniero", l'occasione che allora critica e pubblico lasciarono cadere si ripresenta, e questa volta sarà bene coglierla, tanto più che la nuova stesura si presenta notevolmente più agile e organica di quella precedente, smentendo, almeno in questo caso, l'avvertimento pavesiano. Ripercorriamo, intanto, la trama, perché Marina Jarre è una scrittrice che ha ancora vivo il gusto del racconto, della costruzione romanzesca, del disegno dei personaggi, e rifiuta la moda della pagina astratta e intellettualistica. "Un leggero accento straniero" è la storia della progressiva integrazione nell'ambiente torinese di un ex "SS" giunto nella nostra città fin dal primo dopoguerra con un falso passaporto svizzero e impiegatosi in un'impresa edile. Già questa intuizione di scegliere Torino come la città più adatta al trapianto etnico e ideologico di un ex nazista è senza dubbio significativa, recando implicito tutto un discorso su questa metropoli dai due volti, perbenista e ipocrita, esasperatamente tecnologica eppure ancora in tante cose provinciale, debitrice verso l'immigrazione, e tuttavia legata a pregiudizi di razza. Ma ciò che più conta, è che la Jarre è riuscita a trasformare questa intuizione in una vicenda concretamente romanzesca, in cui i molti significati e i diversi piani di lettura legano perfettamente con gli sviluppi del racconto. Questo si svolge all'inizio su due piani distinti. Da un lato abbiamo le confessioni in prima persona dell'ex nazista Klaus Boher, che ritorna con insistenza ai suoi inquietanti ricordi e rievoca con freddo distacco etico i crimini compiuti durante la guerra; dall'altro abbiamo un gruppo di giovani torinesi, cresciuti insieme e ormai uniti come in un "clan" da un linguaggio comune, da esoterici sottintesi, da atteggiamenti dinanzi alla vita maturati collettivamente in una reciproca attribuzione di "parti" da recitare e di etichette da rispettare. C'è il Carlin, innanzi tutto, il più intelligente e sensibile della "banda", ma corroso da una sottile nevrosi che gli impedisce di affrontare gli esami; c'è Filippo, che è l'opposto del Carlin e rappresenta il paradigma dell'efficienza non solo nello studio, ma anche nella vita di società; c'è Marianna, nota come la graziosa "vacchetta" del gruppo; e poi Daria Cohen, Maria Grazia, Gino e Patrizia, che rappresentano i due anelli attraverso cui si salderanno sempre più intimamente le vicende dell'ex nazista e quelle della "banda". Gino, infatti, diventerà socio di Boher quando questi deciderà a metter su uno studio in proprio, e Patrizia, sposandolo, ne segnerà il definitivo inserimento nella società torinese. Parallelamente si sviluppa la storia dell'amore tra Daria e Filippo, che domina tutta la seconda parte del romanzo [...]

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    5 €

  • La Duchessa - Lucien Bodard - 1° Edizione -*Offerta*

    La Duchessa - Lucien Bodard - 1° Edizione -*Offerta*

    Piu' che buono - interno perfetto - lieve ingiallimento pagine - bordi leggermente ingialliti - lievi tracce duso copertina. brossura - pagine 322. editore:rizzoli - la scala anno:1982 -1° edizione traduzione marina valente la colonizzazione francese in terra d'oriente procede lenta, intralciata dall'imprevedibilità di un paese che sfugge alle banali norme di un esercito torpido e presuntuoso. un ordine insensato spinge un giovane colonnello-duca nel cuore dell'ex indocina francese dove si trova di fronte sia la temibile banda delle bandiere nere sia l'esercito del celeste impero. l'unica speranza di salvezza è un'alleanza con i meo del fiume, la tribù di montagna che coltiva l'oppio. ii coronamento di questa alleanza è il matrimonio che il colonnello-duca è costretto a contrarre con la quattordicenne niau, figlia del saggio della tribù e sorella del grande guerriero. da allora sarà niau, apparentemente una ragazzina invaghita del duca, pronta a piegarsi a ogni suo desiderio, a tenere le fila dell'intrigo bizzarro e sanguinoso dal quale uscirà salva la vita del francese. venticinque anni dopo è ancora niau, rimasta la duchessa anche se il colonnello-duca se ne è tornato da tanto in francia, a salvare, con altri intrighi, la vita e l'esito della missione di dubbia moralità che un francese di incerte origini e mansioni, charles dieudonné, deve svolgere per conto del governo generale di indocina e dei suoi servizi segreti. niau diventerà la signora dieudonné, sposa matura ma sottomessa di quel francese, direttrice con lui di un albergo di frontiera. sia il colonnello che dieudonné sono convinti di essere loro gli eroici, gli intelligenti, i civili di fronte a niau con i suoi orpelli orientali, di fronte ai riti misteriosi e crudeli dei cinesi, di fronte alle complicazioni assurde dei rapporti con i gialli. in realtà non sono che un esempio dell'ottusa presunzione di superiorità dei colonizzatori, piccoli uomini che hanno portato in un paese di antichissima civiltà solo la cupidigia di guadagno, la stupidità militare, la corruzione burocratica. rimangono ciechi e inadeguati sia nell'impatto con gli asiatici sia in quello con la natura: la giungla del tonchino, il monsone, le acque putride dei delta.

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    8 €

  • Vivono fra noi - Romano Battaglia - Rizzoli 1° Ediz.1977

    Vivono fra noi - Romano Battaglia - Rizzoli 1° Ediz.1977

    Piu' che buono - interno perfetto - pagine leggermente ingiallite, piu' accentuate ai margini - bordi ingialliti -copertina lievi segni d'uso, nessuna piega lettura dorso - brossura - pagine 206 personaggi curiosi, insoliti singolari ritratti e intervistati dall'autore delle lettere al direttore

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    6 €

  • Una vita di sguardi - Nina Bouraoui - Feltrinelli 1° Edizione

    Una vita di sguardi - Nina Bouraoui - Feltrinelli 1° Edizione

    Buono - interno perfetto ( una pagina un segno lettura) - pagine e bordi leggermente ingialliti - copertina leggeri segni d'uso - una piccola sbucciatura angolo inferiore dx- brossura con alette - pagine 119 invio immagini editore:feltrinelli - i canguri anno:1993 -1°edizione traduzione yasmina melaouah cronaca di un'educazione femminile ad algeri durante gli anni settanta. un'algeri descritta come un enorme ospedale psichiatrico, nelle cui vie gli uomini si aggirano come 'sciacalli', aspettando solo di poter vedere e toccare quelle stesse donne che il loro falso pudore vuole chiuse in casa.

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    7 €

  • Società del Giardino 1783-1983 Milano

    Società del Giardino 1783-1983 Milano

    Molto buono - Ottimo Corpo del libro perfetto ( una dedica prima pag. dopo copertina) Sovracopertina tre tagliettini uno da 3 mm - uno da 2mm - uno da 1mm - leggero velo polevere, più visibile a tratti sul retro. Rilegato con sovracoperta - pagine 93 - formato cm 21.2 x 31.5 circa Illustrato a colori e b/n Edizione numerata - Esemplare n° 182 Editore:Li Causi Anno: 1983 Indice: Introduzione Palazzo Spinola cenni storici ed artistici La Società del Giardino:duecento anni di vita La Sala D'Arme: 1882 - 1982 La scuola di danza

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    17 €

  • Autodifesa davanti al tribunale militare di Camiri -R.Debray- € 9.80

    Autodifesa davanti al tribunale militare di Camiri -R.Debray- € 9.80

    Molto buono/ottimo - interno perfetto, compatto - naturale ingiallimento pagine - copertina lievi segni d'uso. Brossura - pagine 62 Feltrinelli - Anno 1968 Febbraio Regis Debray Documenti della rivoluzione nell'America Latina 11

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    10 €

  • Il gran trucco-Giuliano Gramigna- Rizzoli 1° Edizione

    Il gran trucco-Giuliano Gramigna- Rizzoli 1° Edizione

    Piu' che buono - interno perfetto, compatto - lieve ingiallimento pagine, bordi leggermente piu' accentuato - copertina lievi segni d'uso, nessuna piega lettura dorso - una punzonatura retro in prossimita' angolo. invio immagini brossura - pagine 128 rizzoli la scala 1° edizione 1978 l'eroe, o meglio il contro-eroe, della storia si chiama rosenkrantz (come un personaggio minore 'dell'amleto), detto anche rk. e' il contrario di un eroe perché immagina tutto, senza fare nulla. però proprio a lui viene affidata una missione: costruire la grande macchina, il gran trucco che trasformerà il mondo attuale, che rk del resto non ama. ispirato da un'improbabile beatrice, bambola-passeggiatrice al parco, assistito da un equivoco mefistofele-virgilio, che è il romanziere elipahs coen, rosenkrantz vive il suo delirio di inventore in una città che potrebbe essere anche milano, piena di mostri grandi e piccoli, di fantasmi, galoppini politici, banchieri imbroglioni; fra banchetti mortuari, grandi shows pornografici, dimostrazioni di piazza, un po' come in certi trionfi della follia dipinti da bosch. padre mancato, amante fuggitivo, vendicatore inetto, accompagnato dal controcanto di quattro evangelisti gaglioffi e lombardizzanti, incontrando via via personaggi della storia, da karl marx. a james joyce, a niccolò copernico che parla sempre di rivoluzioni , rk viene travolto in una farsa da teatro dei pupi, però rivelatrice come un sogno che rifletta, deformandola grottescamente, molta parte della realtà d'oggi. finché tutto non culminerà, come in certi film di fantascienza o negli incubi a finale beffardo, con lo scoppio del gran trucco e con un secondo diluvio universale, venuto dal basso anziché dall'alto.

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    7 €

  • La mangiatrice di uomini - Giuseppe Pederiali - Rusconi 1°Ed. -€ 6.50

    La mangiatrice di uomini - Giuseppe Pederiali - Rusconi 1°Ed. -€ 6.50

    Buono - interno perfetto (due pagine leggero segno lettura angolo - tre pagine rileg.allentata) -lieve ingiallimento pagine - bordi leggermente ingialliti -sovracopertina leggeri segni d'uso - invio immagini - rilegato con sovracoperta - pagine 230 anno:1988 - 1° edizione l'imprevedibile, divertente e feroce storia di fe­lix, una giovane e bella donna dall' ambivalente na­tura umana e animale. la milano dei nostri giorni, reale e riconoscibile, costringe la sensuale felix (avi­da di fiori e di acqua piovana, nostalgica delle ver­di foreste dove correva nuda sulla terra umida) a scontrarsi con uomini stressati, antispontanei e in­naturali. «ascoltate il richiamo! buona caccia a chi rispet­ta la legge della giungla» scrive kipling. nella fo­resta vera, espressione della natura primitiva, au­tentica, i trasgressori della legge sono puniti; la ti­gre shere khan, se non rispetta la legge, viene emarginata dalla società delle bestie. qui invece, nella città, gli uomini, civilizzati trasgressori, vo­gliono eliminare felix, la tigre-donna. e da prede diventano cacciatori. allora la domanda angoscio­sa e ironica è questa: in un mondo di camuffata cat­tiveria, sottile e corrosiva, reso sempre più violen­temente subdolo e tranquillamente artificiale, do­ve potremo trovare il rispetto delle regole della naturalità? come potremo riavere l'autentica spon­taneità del vivere in termini genuini e istintivi? felix si comporta come una bestia, in amore e nel liberare ogni altro istinto; invano cerca di tra­scinare con sé lauro melodia, l'unico uomo che si sforza di capire. gli altri la definiscono pazza, cri­minale, strega, cannibale, secondo gli antichi ter­rori della nostra specie, escludendo l'ipotesi più semplice e vera di un animale che uccide con inno­cenza, per fame. il suo corpo di donna bella e il pallore della pelle al posto del mantello della bel­va, le servono per far cadere nella trappola gli uo­mini. in realtà è felix la vittima: la natura vede estinguersi giorno per giorno le sue specie, mentre le vicende della storia assumono connotati sempre più micidiali e degeneri. nel suo sfrenato ed esilarante romanzo, tra col­pi di scena e personaggi provocatori, giuseppe pe­deriali arriva a indicare un ricambio per la civiltà in una «cultura animale» liberata e liberatoria. dif­ficile collocare la mangiatrice di uomini nel paesag­gio della nostra attuale narrativa: sicuramente è un libro insolito, di sconvolgente realismo e, insieme, di felice semplicità.

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    7 €

  • Matilde - Giovanni Mariotti - Anabasi 1° Ediz.

    Matilde - Giovanni Mariotti - Anabasi 1° Ediz.

    Piu' che buono/molto buono - interno perfetto, compatto ( una lettera leggera sbavatura naturale) - copertina leggeri segni d'uso, nessuna piega lettura dorso. brossura con alette - pagine 188 anabasi -aracne 1° edizione 1993 qualcuno che racconta adotta la prima persona all' inizio di matilde, di giovanni mariotti, per introdurci nella vita di un seminario nei dintorni di lucca, all' epoca della guerra. ma gia' alla terza pagina, compare un tu che non demordera' fino alla fine del libro, anche quando le vicende di jacopo e di matilde sofiri, sua figlia adottiva, vengono narrate alla terza persona, vale a dire non persona. ma questo io, questo tu, questo raccontatore onnisciente sono poi la stessa cosa? per gustare esattamente il romanzo di un' unica frase di mariotti occorre non solo, come insinua l' autore, leggerlo letteralmente tutto d' un fiato, senza interruzioni, ma anche lasciare risuonare la domanda che ho appena avanzato. che senso mette in gioco il tu? si puo' anche osservare semplicisticamente che in matilde frammenti di una esperienza infantile, memorie della madre e del nonno chef d' hotel e fanatico d' orologi, sino alla fabula familiare di un secolo prima (jacopo e matilde, appunto), vengono ri raccontati dal narratore a se stesso, sfruttando il valore retorico del pronome di seconda persona... ma se quella voce che dice: tu fosse, come insinua lacan, la voce del nostro buon vecchio amico, il superio? allora l' io che trapassa nella condizine di tu e' qualcosa che si sdoppia, che e' convocato a riconoscere cio' che sapeva senza sapere. non si tratta di un mero trucchetto grammaticale, ma di qualcosa che va a scuotere tutto l' albero della narrazione, a renderlo sospetto. avere abbordato matilde da questo lato ha le sue brave ragioni. vorrei dimostrare che il libro di mariotti non e' un libro comune: non lo e' , soprattutto, per cio' che riguarda gli ultimi effetti letterari. si da' , subito, un elemento anomalo: come gia' detto, il racconto e' scritto in un' unica frase, senza segni d' interpunzione, senza ripartizioni in capitoli o settori. diamo credito a mariotti che tale scelta non discenda da un (facile) desiderio d' e' pater il lettore; e dispensiamoci dal citare augusti antecedenti, come il monologo joyciano di molly. qui, oltretutto, la frase continua non e' messa in conto al flusso psichico del personaggio, di cui riprodurebbe appunto l' aspetto piu' vistoso, ma alla narrazione medesima o, per dirla con mann, allo spirito della narrazione. il racconto s' e' impadronito del gomitolo inesauribile delle storie, dipanandolo, arruffandolo di nuovo senza romperne il filo, secondo il principio di piacere. credo di avere toccato il punto essenziale. esso e' : piacere. il racconto gode nell' inventarsi sempre nuovi passaggi da una sequenza narrativa all' altra, infischiandosene di quei segni convenzionali che sono virgola, due punti, punto etc., e fuggendo anche i connettori facili e meccanici. parallelamente, il piacere della lettura sta nel rilevare via via i modi mediante i quali la storia del ragazzo negli anni di guerra sbocca nella vicenda di jacopo e matilde, ed entrambe si fanno vene comunicanti con quella del nonno, con le pantomime dei villeggianti ottocenteschi, in una serie di andate e ritorni. mariotti ha adibito argutamente i materiali piu' vari, magari usurati, perfino lacerti di roman larmo yant. ma niente distinguerebbe matilde da tanti manufatti intelligenti, corretti e del tutto inutili, senza la necessita' forza della frase continua, vera e propria lustpumpe, che pompa la delizia e l' angoscia del raccontare che non si ferma mai e trascina con se' ogni cosa. se la lettera, nel romanzo, ha a che fare con la rottura, l' arresto, il definito, la voce e' il regno della modulazione e della continuita' . non so con che pietruzza si debba segnare un libro come matilde . certo con entusiasmo. esso prova che scrivere un romanzo significa innanzi tutto confrontarsi con la forma romanzo. la vera riuscita comincia di li' . gramigna giuliano (recensione corriere della sera 1993)

    Bergamo

    Oggi, 05:42

    5 €

  • Arguzie - Des MacHale - Pan Editore -

    Arguzie - Des MacHale - Pan Editore -

    Euro 7.90 - ottimo - interno perfetto - lieve ingiallimento pagine - lieve ingiallimento bordi - copertina lievi segni d'uso , segno piega di lettura sul dorso - prezzo cancellato. brossura - pagine 414 - cm 13x20 oltre 200 battute di spirito e considerazioni argute di personaggi famosi sulla società e la vita moderna. una raccolta di osservazioni ironiche e commenti incisivi sui riti e le contraddizioni della vita moderna formulati da personaggi noti proprio per la loro prontezza di spirito e il loro sense of humour, ma anche da figure all'apparenza insospettabili. fra gli altri: woody allen, truman capote, winston churchill, bob hope, alfred hitchock, groucho marx, george bernard shaw, jonathan swift, mark twain, voltaire, oscar wilde, frank zappa.

    Bergamo

    Oggi, 05:41

    8 €

  • Il Paese - Taccuino di Orgosolo 1964 - 1984

    Il Paese - Taccuino di Orgosolo 1964 - 1984

    Eduard Vincent - Traduzione di Luisa Selis Delogu Edizioni Edes Anno 1985 - 1° edizione italiana Molto buono Lieve "ingiallimento" pagine e bordi, il superiore leggermente più accentuato. Una sbavatura d'inchiostro ( non compromette la lettura) su quattro sillabe Sovraccoperta leggere tracce polvere, un taglietto retro margine superiore perfettamente riparato. Leggermente ingiallita all'interno e margini alette Rilegato con sovraccoperta Pagine 178 Quando è uscito per la prima volta, in francese, nel 1980, questo libro era intitolato Le Pays, senza nessun'altra aggiunta. Nell'edizione italiana si è pensato di aggiungere sin dalla copertina la dichiarazione che questo paese non è un villaggio qualunque, ma è Orgosolo. Non è un espediente commerciale o pubblicitario. A Orgosolo Edouard Vincent ha dedicato cinque libri... ( dalla prefazione di Manlio Brigaglia)

    Bergamo

    Oggi, 05:41

    15 €

  • Atto terzo - Gerardo Passannante

    Atto terzo - Gerardo Passannante

    Molto buono - interno perfetto - lieve ingiallimento pagine - bordo superiore leggermente ingiallito - copertina lievi tracce d'uso - accenno segno piega retro - polvere del tempo. brossura - pagine 215. editore:editrice italia letteraria anno:1981 - 1° edizione con audacia impietosa, l'autore fruga fino in fondo nel buio pozzo nero dell'animo umano, portando in superficie le verità sconcertanti fatte di frustrazioni, di delusioni, di sfiducia, di disfattismo; mette in luce le debolezze accortamente celate dietro la maschera dell'indifferenza, alza il velo sopra le insicurezze travestite dall'orgoglio.

    Bergamo

    Oggi, 05:41

    4 €

  • Noi, gli Aria - Massimo Bontempelli -Sellerio- Euro 2.90

    Noi, gli Aria - Massimo Bontempelli -Sellerio- Euro 2.90

    Interno ottimo.lieve ingiallimento.tracce d'uso copertina molto lievi. timbro sul prezzo. brossura con alette - pagine 104- cm 10.7x15.5 anno:1994 bontempelli mise per iscritto queste interpretazioni sudamericane in occasione di un viaggio in america del sud (1933), fatto in compagnia di marta abba, pirandello, paola masino. il libro ha il tono di una meditazione sulla civiltà. una nuova ragione deve presiedere una nuova civiltà e in ciò l'emigrazione italiana avrà un senso se saprà farsi terreno di cultura di nuove forme e di nuove genti: non quel che furono i romani per l'europa occidentale, ma quel che fu per la vuota piana europea la immigrazione degli arii.

    Bergamo

    Oggi, 05:41

    3 €

  • Studi revisionistici (Franco Deana)

    Studi revisionistici (Franco Deana)

    Ottimo Leggero velo polvere copertina Brossura Pagine 152 Formato cm 13 x 21 circa Graphos Anno 2002 Le camere a gas dei lager tedeschi - L'attendibilità delle statistiche sulle popolazioni ebraiche e delle cifre sull'olocausto - Note di lettura. Premessa – Il racconto di Marek Edelmann – L'operazione Madagascar – L'industria dell'olocausto – Contraddizioni in testimonianze e documenti meno noti – La testimonianza di Primo Levi – Simon Wiesenthal: un miracolato?

    Bergamo

    Oggi, 05:41

    9 €

Link sponsorizzati
 

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: