30 Annunci

Link sponsorizzati

Offerte in Cd Musicali a Vaglio Serra

  • Raccolta colonne sonore vinile 33 giri

    Raccolta colonne sonore vinile 33 giri

    Raccolta composta da nove dischi di colonne sonore anni 70-80. Perfettamente tenuti nella confezione originale.

    Alto Reno Terme

    Oggi, 06:57

    50 €

  • Raccolta Musica Leggera Vinile 33 giri

    Raccolta Musica Leggera Vinile 33 giri

    Raccolta composta da otto dischi di musica di prima degli anni '80. Perfettamente tenuti nella confezione originale.

    Alto Reno Terme

    Oggi, 06:57

    50 €

  • cosa dire o scrivere in ogni occasione"

    cosa dire o scrivere in ogni occasione"

    Libro "Cosa dire o scrivere in ogni occasione". Lettere, telegrammi, telefonate, auguri, congratulazioni per ricorrenze varie … non rimarrete più senza parole!

    Fossalta di Portogruaro

    Oggi, 06:56

    5 €

  • Dvd

    Dvd

    Vendo 224 Dvd copiati con custodia e copertina ,li vendo per necessità di spazio.Sono di tutti i generi e se non riuscite a leggere i titoli nell'annuncio vi mando le foto originali via whatsapp. Regalo anche una borsetta porta cd/dvd con circa altri 100 dvd sempre copiati,senza custodia. Per qualsiasi info contattatemi rispondo subito. Anche whatsapp.

    Giussano

    Oggi, 06:53

    40 €

  • Rol l'incredibile

    Rol l'incredibile

    Rol l'incredibile - la vita sconcertante - gli esperimenti eccezionali - le confidenze del piu' famoso sensitivo del nostro secolo - a cura di renzo allegri - musumeci editore - 1986 - 10 euro compresa spedizione

    Torino

    Oggi, 06:50

    10 €

  • I vangeli _ illustrati da g:dore'

    I vangeli _ illustrati da g:dore'

    I Vangeli illustrati da G.Dorè, edizioni Polaris 1992 -440 pagine - grande formato misure: 32x22 - offresi a euro 30

    Torino

    Oggi, 06:50

    27 €

  • Argos e Silva.Riviste cult anni 80

    Argos e Silva.Riviste cult anni 80

    Silva rivista N° 2/3/6/9 più Argos dal N° 1 al N° 24 (numeri 11/17/23 mancanti). Tutti in ottime condizioni con in aggiunta 14 numeri di"bell'Italia" compreso il N° 100. Spese di eventuale spedizione a parte.

    Gornate-Olona

    Oggi, 06:47

    40 €

  • L' Express settimanale francese

    L' Express settimanale francese

    Collezione completa di tutti i numeri dal 462 del 22/04/1960, al 680 del 25/07/1964.In totale 209 numeri.Accuratamente rilegati ed in ottime condizioni

    Gornate-Olona

    Oggi, 06:46

    250 €

  • Masson et c. editeurs.Traite' de technique chirurgicale.

    Masson et c. editeurs.Traite' de technique chirurgicale.

    Trattato completo di tecniche chirurgiche. in francese in 8 volumi, del 1956. In ottime condizioni

    Gornate-Olona

    Oggi, 06:46

    125 €

  • Lp 33 giri il disco d'oro di fausto papetti sax

    Lp 33 giri il disco d'oro di fausto papetti sax

    Ottime condizioni spedisco in tutta italia

    Torino

    Oggi, 06:44

    5 €

  • Lp 33 giri fausto papetti sax alto i remember

    Lp 33 giri fausto papetti sax alto i remember

    Ottime condizioni spedisco in tutta italia

    Torino

    Oggi, 06:44

    5 €

  • Lp 33 giri fausto papetti evergreens

    Lp 33 giri fausto papetti evergreens

    Ottime condizioni spedisco in tutta italia

    Torino

    Oggi, 06:44

    5 €

  • Lp 33 giri fausto papetti bonjour france

    Lp 33 giri fausto papetti bonjour france

    Ottime condizioni spedisco in tutta italia

    Torino

    Oggi, 06:44

    5 €

  • Lp 33 giri sidney bechet blakstick 1931 1938

    Lp 33 giri sidney bechet blakstick 1931 1938

    Ottime condizioni spedisco in tutta italia

    Torino

    Oggi, 06:44

    3 €

  • Lp 33 giri fausto papetti ciao italia remember 7

    Lp 33 giri fausto papetti ciao italia remember 7

    Ottime condizioni spedisco in tutta italia

    Torino

    Oggi, 06:44

    5 €

  • Catalogo HARLEY-DAVIDSON 2004

    Catalogo HARLEY-DAVIDSON 2004

    Vendo catalogo harley davidson 2004 ,completo conservato in ottime condizioni 55 pagine a colori con schede tecniche di tutta la gamma. spedizioni escluse

    Casalgrande

    Oggi, 06:43

    20 €

  • Film

    Film

    Vendo intera raccolta di film, composta da circa 16.000 (sedicimila) titoli, blu ray e dvd, moltissimi dei quali nelle confezioni originali, sigillati, mai aperti percheâ€(TM) oggetti da collezione. prezzo da concordare. chiedete la lista

    Foggia

    Oggi, 06:37

    Contatta l'utente

  • CRADLE OF FILTH varie immagini ritagli clippings _Da Collezione_

    CRADLE OF FILTH varie immagini ritagli clippings _Da Collezione_

    Cradle Of Filth, Dani Filth: varie immagini ritagli da riviste musicali clippings _*Da Collezione*_ (anche pagina intera quindi formato grande A4), perfette condizioni, vendesi in blocco a prezzo occasione In vendita anche: > 3 poster Cradle Of Filth e Dani Filth, bellissimi e rari ottime condizioni mai appesi, varie misure (foto e info a richiesta) > 3 poster carta fotografica alta qualità, nuovi Modalità di consegna: > Posta raccomandata (con ricevuta di invio e tracciabile) > Posta4 (più economica ma senza ricevuta di invio e non tracciabile, quindi a vostro rischio)

    Trieste

    Oggi, 06:37

    5 €

  • CRADLE OF FILTH varie immagini ritagli clippings _Da Collezione_

    CRADLE OF FILTH varie immagini ritagli clippings _Da Collezione_

    Cradle Of Filth, Dani Filth: varie immagini ritagli da riviste musicali clippings _*Da Collezione*_ (anche pagina intera quindi formato grande A4), perfette condizioni, vendesi in blocco a prezzo occasione In vendita anche: > 3 poster Cradle Of Filth e Dani Filth, bellissimi e rari ottime condizioni mai appesi, varie misure (foto e info a richiesta) > 3 poster carta fotografica alta qualità, nuovi Modalità di consegna: > Posta raccomandata (con ricevuta di invio e tracciabile) > Posta4 (più economica ma senza ricevuta di invio e non tracciabile, quindi a vostro rischio)

    Trieste

    Oggi, 06:36

    5 €

  • Audio Review e altre riviste hi-fi

    Audio Review e altre riviste hi-fi

    Vendo le seguenti riviste hi-fi: Audio Review n. 174-190-da 194 a 239-249-251 Audio Guida 2001/02 e 2002/03 Hi-fi Choice: n. 196 e 197/99 Il mio Hi-fi: n. 1-2-3-4 Suono: n. 282-311-312-315 e 323 What Hi-fi?: feb 99 - feb 01 -set 06 What hi-fi? Awards: 1999 e 2000 Per un totale di n. 67 pezzi In blocco 80 euro. Singolarmente: 2,50 a rivista e euro 5 Audioguida e Awards. (Minimo 4 pezzi) Condizioni più che buone. Consegna diretta

    Zola Predosa

    Oggi, 06:36

    80 €

  • Antico manuale L'AUTOGUIDA _*Edizione Lattes 1929*_ E.Tron

    Antico manuale L'AUTOGUIDA _*Edizione Lattes 1929*_ E.Tron

    Antico manuale da collezione: L'AUTOGUIDA - L'arte di guidare l'automobile Autori: Ernesto Tron-Boella Edizione S.Lattes & C. anno di pubblicazione 1929 Pagine: 166 con 96 illustrazioni e 10 appendici Rilegato, copertina rigida, segnalibro in stoffa Valuto proposte di acquisto o scambio con libri / dvd Modalità di consegna: > Ritiro in zona > Posta raccomandata (tracciabile e con ricevuta di invio) > Posta4 (non tracciabile e senza ricevuta di invio, perciò a vostro rischio)

    Trieste

    Oggi, 06:35

    Contatta l'utente

  • L'uomo - arnold gehlen - feltrinelli

    L'uomo - arnold gehlen - feltrinelli

    Titolo: L'UOMO - La sua natura e il suo posto nel mondo Autore: ARNOLD GEHLEN Editore: FELTRINELLI - I fatti e le idee Saggi e Biografie 518 Anno: 1a EDIZIONE - Febbraio 1983 ISBN: 22518 Note: FUORI CATALOGO. CONDIZIONI PERFETTE pari al NUOVO, solo impercettibili insignificanti piccoli segni d'uso; disponibili foto - RILEGATO CON COPERTINA RIGIDA stampata lucida in giallo e nero con foto a colori, BELLISSIMO VOLUME SOLIDO E COMPATTO. Introduzione di Karl-Siegbert REHBERG - Traduzione di Carlo MAINOLDI - Pagine 464 - Formato 15 x 22,5 x 3,5 - Prezzo copertina £. 40.000 Arnold Gehlen, filosofo, antropologo e sociologo, nasce a Lipsia nel 1904. Nel 1933 ottiene a Francoforte la cattedra di Paul Tillich, destituito dai nazionalsocialisti. Nel novembre del 1934, diventa professore ordinario di filosofia a Lipsia, succedendo allo stesso Driesch. Nel 1938 si trasferisce a Köningsberg avendo ottenuto la cattedra di Filosofia appartenuta a Kant. Nel 1940 si sposta all'Università di Vienna dove insegna sino alla fine del conflitto bellico. Dopo la guerra, prima insegna sociologia a Spira e poi ad Aquisgrana. Morì ad Amburgo nel 1976. La carriera accademica di Gehlen non è separabile dalla presa del potere da parte di Hitler, poiché dal 1935 si hanno testimonianze di una identificazione profonda con il regime nazista. Arnold Gehlen è uno dei fondatori culturali, insieme a Plessner e Scheler, dell'antropologia filosofica. Essa nasce dall'esigenza di cogliere e pensare l'uomo nella sua interezza, confrontando e integrando i risultati delle indagini scientifiche con quelle sociologiche e antropologiche, cercando di superare la separazione tra scienze della natura e scienze dello spirito. Il tentativo di dare un'immagine sintetica e completa dell'essere umano si può ben scorgere nell'opera fondamentale di Gehlen che qui presentiamo, L'uomo. La sua natura e il suo posto nel mondo. L'A. parte da un'analisi comparata tra animale e uomo e giunge a individuare nella capacità di creare un ambiente culturale e sociale il carattere distintivo dell'essere umano. La sua ricerca tocca i vari campi delle scienze - biologia, psicologia, antropologia culturale, etnologia, sociologia, linguistica - in modo tale da creare una immagine di uomo precisa e completa. Nella Parte Introduttiva e nella Parte Prima del testo, Gehlen illustra la sua tesi fondamentale, quella di una visione dell'uomo come "essere carente", che farà da sfondo all'intera opera, argomentandola attraverso un confronto con i risultati dell'indagine scientifica, facendo riferimento anche a tesi di importanti scienziati. Se queste prime due parti riguardano l'analisi comparativa tra uomo e animali per stabilire la vera natura dell'uomo e la sua posizione nel cosmo, le Parti Seconda e Terza prendono in considerazione il linguaggio e le sue radici, una caratteristica che l'A. considera fondamentale al momento di stabilire la natura umana. Gehlen conclude le sue riflessioni accennando alla possibile origine della società attraverso uno sviluppo graduale che parte da un'analisi del totemismo. Gehlen avvia la sua ricerca con una tesi che contaminerà e influenzerà in maniera altamente significativa tutta l'antropologia filosofica successiva. L'uomo, rispetto agli altri animali è caratterizzato da una "carenza" di istinti, da "primitivismi" e "non-specializzazioni" del suo corredo organico. Per riprendere una citazione di Nietzsche cara a Gehlen, l'uomo è un animale "non definito", un essere che deve prendere posizione nel mondo. L'uomo ha una serie di inadattamenti, inadeguatezze, carenze di sviluppo che in condizioni naturali non riuscirebbe a sopravvivere. In questo senso non è adattato ad un ambiente particolare, come lo sono tutti gli altri animali, perché il mondo è il suo ambiente: "l'apertura dell'uomo al mondo significa che egli difetta dell'adattamento animale a un particolare ambiente" (p. 62). L'essere umano è dunque, paragonato agli altri esseri viventi, un essere organicamente "carente". Nonostante le sue insufficienze biologiche, però, riesce ugualmente a sopravvivere, adattarsi e conservarsi. Questo perché la sua caratteristica è quella di colmare le sue deficienze e inadeguatezze biologiche attraverso la sua azione nei confronti del mondo. Egli è un essere che può esperire il mondo, può trasformare la natura con il proprio lavoro, può in altre parole creare cultura; un mondo, quello culturale, che diventa il mondo umano. La cultura viene definita da Gehlen la "seconda natura", "la natura umana, dall'uomo elaborata autonomamente, entro la quale egli solo può vivere; e la cultura 'innaturale' è il prodotto di un essere unico al mondo, lui stesso 'innaturale', costruito cioè in contrapposizione all'animale. Proprio nel luogo in cui per l'animale c'è l' ambiente, sorge quindi, nel caso dell'uomo, il mondo culturale, cioè quella parte della natura da lui dominata e trasformata in un complesso di ausili per la vita. Nell'uomo, alla non specializzazione della sua costituzione corrisponde la sua apertura al mondo e, alla deficienza strumentale della sua physis, la 'seconda natura' da lui stesso creata" (pp. 64-65). L'uomo, attraverso la cultura, trova nell'abilità tecnica il supporto necessario ad un migliore adattamento dell'individuo all'ambiente. Attraverso l'azione, quindi, l'uomo crea una compensazione alla sua debolezza organica, in definitiva ha bisogno di creare strumenti che siano come dei "prolungamenti" dei suoi arti, con i quali agire sulla realtà. La tecnica quindi si presenta come realizzazione peculiare dell'essere umano, compensazione a carenze e imperfezioni. Da queste considerazioni si può concludere che la tecnica fa parte dell'essenza dell'uomo, costituisce la sua natura e lo accompagna nel suo cammino di vita. In base alle tesi formulate in precedenza, si può ben comprendere la motivazione che spinge l'A. a respingere la teoria darwiniana sull'origine dell'uomo. L'uomo appare come un "progetto particolare della natura", non può derivare dagli altri animali; le sue enormi differenze, carenze e particolarità lo escludono da una spiegazione di tipo evolutivo come quella darwinista. Egli intende mostrare la validità delle sue affermazioni analizzando le teorie biologiche di vari scienziati. Il primo di essi è lo zoologo Portmann, di cui riporta la definizione del neonato come un "parto prematuro", unico nella categoria dei vertebrati. Portmann aveva notato che al momento della nascita, il cervello dell'uomo pesa tre volte di più di quello di una scimmia antropomorfa appena nata, come pure il peso del suo organismo è maggiore; tuttavia l'uomo raggiunge solo intorno al primo anno di vita le caratteristiche proprie della sua specie, quali l'andatura eretta e la capacità di linguaggio. "La posizione particolare dell'ontogenesi umana con le sue evidenti particolarità morfologiche [...] non può dunque essere compresa se non in rapporto all'atteggiamento d'apertura al mondo della forma matura, al quale a sua volta corrisponde l precoce contatto, che è solo dell'uomo, con la molteplicità del mondo" (p. 72). Un altro scienziato preso in considerazione da Gehlen è l'anatomista olandese Bolk, il quale descrive le strutture anatomiche dell'uomo che ne fanno un essere particolare, unico nella varietà degli altri viventi. Queste strutture anatomiche sono ad esempio l'ortognatismo, la glabrezza, la depigmentazione della cute, la forma dei padiglioni auricolari, il peso del cervello, la struttura della mano e del piede. Tali caratteristiche sono ritenute da Bolk dei primitivismi in quanto strutture fetali divenute permanenti, strutture e organizzazioni che individuano la costituzione propria dell'uomo: "si può affermare che nell'uomo l'abbozzo embrionale resti conservato" (p. 118). Gehlen menziona poi Verluys, il quale afferma che lo sviluppo della massa cerebrale nell'uomo ha seguito un ritmo eccezionale, non paragonabile a quello di nessun altro animale. Egli dimostra che al processo di aumento del cervello sono legate la produzione di ormoni e lo sviluppo del feto, con il conseguente ritardo nella crescita e la mancanza di pelosità nel corpo. Un'ulteriore teoria scientifica presa in considerazione dal nostro A. e affine a quella di Bolk è la teoria di Scindewolf, secondo la quale l'evoluzione nell'uomo ha un andamento progressivo, i caratteri giovanili cioè, subiscono una migrazione nello stadio adulto con una loro permanenza "carattere fetale delle forme". Di tutte queste teorie Gehlen si serve per sostenere la sua particolare visione della teoria dell'evoluzione concepita non come un continuum che vede l'uomo e le scimmie antropomorfe sulla stessa linea evolutiva, ma come un processo dal quale si diramano due linee divergenti: una che porta all'animale e l'altra che, attraverso un salto evolutivo, porta all'uomo. Le teorie scientifiche prima menzionate servono inoltre a Gehlen per corroborare la sua tesi di fondo: l'uomo è un animale carente privo di specializzazioni e con degli evidenti primitivismi. Tre caratteristiche fondamentali della natura umana sono legate a questa concezione dell'uomo come "essere carente": i concetti di eccesso pulsionale,di plasticità, e di esonero. Una delle proprietà fondamentali della vita pulsionale umana è il continuo flusso di pressioni e stimoli. Mentre gli animali hanno un limitato numero di istinti che sono necessari al loro adattamento, l'uomo ha molte pulsioni necessarie per renderlo adattabile a tutti i tipi di ambienti, per renderlo un essere aperto al mondo: da qui il concetto di eccesso pulsionale. L'apertura e la capacità di connettersi con tutto il cosmo fa dell'uomo un essere dotato di enorme plasticità. "La plasticità della vita pulsionale umana è una necessità biologica, che corrisponde alla regressione organica o meglio alla deficienza organica, alla non-specializzazione e alla capacità d'agire dell'uomo" (p. 396). La plasticità è dunque quella capacità di dare risposte multiformi e polivalenti, di progettare e orientare l'azione; essa è assenza di istinti fissati, "capacità di evoluzione delle pulsioni", "apertura delle pulsioni al mondo". L'uomo ha quindi bisogno di affrancarsi dagli stimoli che tendono ad assoggettarlo; per dirigere la propria azione e per progettare i propri comportamenti ha bisogno della facoltà dell'esonero. L'esonero è la capacità che l'uomo ha di non soggiacere alla pressione degli istinti e di liberarsi da essi in modo da dirigersi verso forme di comportamento più raffinate quali ad esempio quelle di carattere simbolico. Grazie all'esonero "l'uomo trasforma gli oneri elementari da cui è gravato in chances per conservare la propria vita" (p. 90). In definitiva esso consente all'uomo di direzionare la propria vita sulla coscienza pensante e non più sugli istinti. Uno dei più importanti processi di esonero è costituito dal linguaggio. Ad esso Gehlen dedica tutta la Parte Seconda della sua opera. Il linguaggio deve avere delle "radici antropologiche" che vanno a costituire la sua origine e che comportano il suo sviluppo. L'analisi del linguaggio permette a Gehlen di mostrare come la capacità linguistica offre sempre una connessione tra il mondo umano e quello dell'esperienza e come l'azione umana sia sempre modellata sul linguaggio stesso. Esso infatti fa concrescere dentro l'essere umano il mondo esterno per una conoscenza ed un'azione più diretta. La prima radice del linguaggio è la vita del suono, dove i suoni sono prodotti e riavvertiti; "ogni movimento è restituito a livello sensorio [...] l'ambiente umano che mai manca attorno al bambino assume questi suoni e li rimanda" (p. 277). La seconda radice è l'apertura definita anche "l'espressione sonora in risposta a impressioni visive". L'uomo deve scoprire il mondo proprio perché la sua natura non è fissata dagli istinti: "l'apertura al mondo e la ricettività del piccolo umano si rivelano nel fatto che ad impressioni visive egli risponde con movimenti espressivi non specifici, fra i quali figurano anche quelli della fonazione". (p. 277). L' "espressione" è un fenomeno caratteristico dell'uomo, aperto al mondo esonerato dagli istinti, in comunicazione aperta con la natura. Si stabilisce così un legame tra la visione e il suono. La terza radice del linguaggio è il riconoscere. Essa è il movimento di fonazione che ha per oggetto le cose. Gehlen espone questa radice attraverso un esempio: "un bambino di un anno e cinque mesi era stato per un mese e mezzo assente da casa. Come la madre, subito dopo l'arrivo, lo mise sul cassettone per cambiarlo, egli afferrò immediatamente, come sempre aveva fatto prima del viaggio, un quadretto infantile alla parete, e si mise a giocarci" (p. 233). Il riconoscimento e la relazione con le cose diventano di fondamentale importanza. La quarta radice del linguaggio è il richiamo. I bisogni di un bambino vengono sempre soddisfatti dall'esterno, il richiamo provoca il soddisfacimento dei bisogni stessi. Esso è emesso nell'intenzione di ottenere aiuto. La quinta radice del linguaggio è il gesto sonoro. Si tratta del ruolo del suono come componente di esperienze e di comunicazioni. Gehlen dimostra qui la grande importanza della correlazione tra l'uso della mano e il linguaggio. Con questa radice viene infatti dimostrata la stretta correlazione che c'è tra linguaggio e azione. Al termine della disamina delle radici del linguaggio Gehlen si chiede "dove è il punto germinale del pensiero", fornendo questa risposta: "il punto in cui germina il pensiero è là dove noi, in un movimento esonerato e non imposto da un bisogno, in pari tempo ci volgiamo a una cosa e la 'interroghiamo' nello stesso movimento in cui la maneggiamo" (p. 279). La relazione tra pensiero, linguaggio e azione è qui espressa in maniera chiara e puntuale. L'apertura dell'uomo al mondo e la sua conseguente plasticità che deriva dalle sue non specializzazioni si attua proprio nella relazione tra questi diversi ambiti: linguaggio, pensiero e azione. Nella sua conclusione, Gehlen afferma che l'ominazione e l'evoluzione del linguaggio devono aver percorso strade parallele e che l'origine del linguaggio e il suo sviluppo sono una tappa fondamentale da conoscere per chi voglia indagare sull'origine della società. "L'uomo è infine l'essere che antivede e provvede (vorsehend). Come Prometeo, è obbligato a dirigersi su ciò che è lontano, su ciò che non è presente nello spazio e nel tempo; vive - a differenza dell'animale - per il futuro e non nel presente" (p. 59). Le teorie di Gehlen, come precedentemente accennato, hanno influenzato gran parte dell'antropologia filosofica. Recentemente, anche con lo sviluppo delle scienze, sono state mosse molte critiche ai punti fondamentali delle sue speculazioni. Egli viene spesso accusato di non aver compreso gli aspetti più innovativi delle scienze, soprattutto le basi genetiche della teoria dell'evoluzione. L'evoluzione, infatti, non si misura come fa Gehlen, sulle caratteristiche macroscopiche degli organi, ma sulla ricchezza e complessità del patrimonio genetico. Il ruolo della genetica, infatti, sembrerebbe sconosciuto o comunque trascurato. Si potrebbe rimproverare a Gehlen di non aver saputo interpretare la cultura, la plasticità cerebrale, la complessità e la diversità dell'encefalo umano come specializzazione dell'uomo. Sorprende anche come l'A. abbia messo in disparte la teoria evolutiva: l'uomo infatti ha una sua specializzazione e questa è proprio la sua dimensione culturale. Attraverso di essa, e non più con l'istinto, l'essere umano ha imparato a interagire con l'ambiente. L'uomo ha semplicemente acquisito delle qualità tali da implicare che non fosse più vantaggioso agire per istinto, in maniera meccanica, come agirebbe un animale. In tutti i casi Gehlen ha il merito di essersi adoperato per superare, nel panorama antropologico, la scissione tra scienze dello spirito e scienze della natura, aprendo nuovi orizzonti sulla ricerca sull'uomo, sulla sua natura e sul suo posto nel mondo. Anna Pelliccia

    Torino

    Oggi, 06:35

    35 €

  • Cantì cuntint canti per la festa, per il dolore, della vita,...

    Cantì cuntint canti per la festa, per il dolore, della vita,...

    ...dell'uomo di agesci cesena 1 e 5 clan la caveja - senza data pro manuscripto - condizioni accettabili, a pag. 386 appunti, per il resto a posto - tracce di umidità alla parte inferiore, non danno fastidio alla lettura - libro ad uso esclusivo dei soci - nota di appartenenza

    San Mauro Pascoli

    Oggi, 06:35

    5 €

  • Libri e riviste in pdf per macchina maglieria

    Libri e riviste in pdf per macchina maglieria

    LIBRI E RIVISTE BROTHER PER MACCHINA MAGLIERIA a schede o elettronica, più manuali vari, tutto in formato digitale (PDF). Il materiale è su due CD: 20 euro uno, 30 euro tutti e due. A richiesta mando elenco.

    San Giovanni / Appio Latino / Ardeatino

    Oggi, 06:34

    20 €

  • Garavell

    Garavell

    Di agostino lugaresi - introd. marino biondi - 1995 società editrice il ponte vecchio coll. alma poesis poeti della romagna contemporanea - come nuovo

    San Mauro Pascoli

    Oggi, 06:34

    5 €

  • Ricordi di guerra e prigionia - renzo biasion - marsilio

    Ricordi di guerra e prigionia - renzo biasion - marsilio

    Titolo: RICORDI DI GUERRA E PRIGIONIA - I disegni di Renzo Biasion della Fondazione Giorgio Cini Autore: A cura di Giuseppe PAVANELLO Editore: MARSILIO - Cataloghi di mostre 61 Anno: 1a EDIZIONE - Marzo 2004 ISBN: 9788831784610 Note: FUORI CATALOGO. CONDIZIONI OTTIME, quasi COME NUOVO, solo piccoli impercettibili segni dâ€(TM)uso; disponibili foto - RILEGATO CON COPERTINA MORBIDA . A cura di Giuseppe PAVANELLO - Pagine 16+104 - Formato 21,5 x 29 x 1,2 - Prezzo copertina € 25,00 I disegni di Renzo Biasion della Fondazione Giorgio Cini. Catalogo della mostra (Venezia, 27 marzo - 30 maggio 2004) Nel 1989 Renzo Biasion (Treviso 1914 - Firenze 1996) donò alla Fondazione Giorgio Cini una raccolta di disegni e acquerelli - circa una settantina di fogli - eseguiti tra il 1941 e il 1944. Sono ricordi, bozzetti, impressioni, schizzi eseguiti dallâ€(TM)artista mentre era impegnato negli eventi bellici sul fronte albanese e su quello greco, e nel periodo trascorso come prigioniero nei campi di detenzione in Germania e in Polonia. Queste opere, che facevano parte di un corpus assai più consistente andato in gran parte disperso dopo lâ€(TM)8 settembre 1943, assieme alle memorie scritte, sono preziosi documenti che ci permettono di rivivere artisticamente una vicenda storica che ha segnato profondamente la vita di molti italiani.

    Torino

    Oggi, 06:34

    20 €

  • Il potere curativo degli alimenti

    Il potere curativo degli alimenti

    IL POTERE CURATIVO DEGLI ALIMENTI Argomenti trattati: Cibi e salute: Quali scegliere - Come utilizzarne le proprietà curative Le prove del rapporto tra cibo e salute, attraverso l'analisi dei cibi che prevengono e di quelli che curano i più svariati disturbi. Red Edizioni Disponibile anche il seguente libro: Gli alimenti che fanno dimagrire Vendo o scambio con altro libro Modalità di consegna: > Posta Raccomandata Offre la certificazione legale dell'avvenuta spedizione > Posta4 Più economica e a vostro rischio

    Trieste

    Oggi, 06:34

    4 €

  • Dietro la porta

    Dietro la porta

    Di emily dickinson - traduzione e saggio luciano parinetto - copertina salvatore carbone - 1993 millelire stampa alternativa - ottimo

    San Mauro Pascoli

    Oggi, 06:34

    5 €

  • Quando d'inverno faceva la neve....

    Quando d'inverno faceva la neve....

    ...fatti salienti e storie immaginarie a Poggio berni di federica foschi presentazione di mario turco - comune di poggio berni met museo degli usi e costumi della gente di romagna - 2004 la mandragora - libro allo stato di nuovo, solo una macchia al piatto anteriore

    San Mauro Pascoli

    Oggi, 06:34

    10 €

  • Feminae, vocativo plurale

    Feminae, vocativo plurale

    Di massimo scalabrino - senza data - in ottimo stato , con dedica dell' autore

    San Mauro Pascoli

    Oggi, 06:34

    15 €

Link sponsorizzati
 

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: