33 Annunci

Link sponsorizzati

Messina in Arredamento e Casalinghi

  • MOANT Catalogo II Mostra Nazionale Antiquariato Fiera Messina

    MOANT Catalogo II Mostra Nazionale Antiquariato Fiera Messina

    MOANT Catalogo II Mostra Nazionale dell'Antiquariato - Fiera di Messina 6-21 Maggio 1989. edizione novembre 2008. Ottime condizioni vintage - la copertina presenta piccoli segni di usura o del tempo, leggero ingiallimento delle pagine. Possibile spedizione in tutta Italia e all'estero con modalità da concordare o ritiro su appuntamento. Se interessati, volete altre foto o informazioni non esitate a scrivermi oppure chiamate dal lunedi' al venerdi' dopo le 14:00 (tel. 380 4793722). Sabato e domenica tutto il giorno. Oppure mandate messaggio. Grazie

    Siracusa

    21 settembre, 13:44

    35 €

  • Bassorilievo in bronzo dorato di francesco messina

    Bassorilievo in bronzo dorato di francesco messina

    Bassorilievo in bronzo dorato di francesco messina f.to 13x10 titolo "cavalli" esemplare n. 14 di 150 certificato di autenticità

    Monza

    20 settembre, 15:33

    300 €

  • Vendo prova di stampa di Francesco Messina - 2

    Vendo prova di stampa di Francesco Messina - 2

    Vendo prova di stampa di Francesco Messina. Dimensioni 55 x 75. Francesco Messina è l' autore del cavallo di bronzo che si trova all' ingresso della sede principale della Rai a Roma. Note biografiche dell' autore: Francesco Messina nasce a Linguaglossa in provincia di Catania in una famiglia molto povera. Cresciuto a Genova dove ha studiato e vissuto fino all'età di trentadue anni, si trasferì da qui a Milano. Ã?^ considerato dalla critica tra i più grandi scultori figurativi del Novecento italiano, insieme a Giacomo Manzù, Arturo Martini, Marino Marini, Felice Mina. Ã?^ l'autore di alcuni dei maggiori monumenti del Novecento italiano: Santa Caterina da Siena (1961/2)[1], collocata sul lungotevere di Castel Sant'Angelo (che raffigura la cantante ed attrice Maria Sole, utilizzata da Messina come modella[2]); la Via Crucis di San Giovanni Rotondo; il Cavallo morente della RAI; il Monumento a Pio XII nella Basilica di S. Pietro. Le sue opere figurano nei più prestigiosi musei del mondo: Berna, Zurigo, Göteborg, Oslo, Monaco di Baviera, Parigi, Barcellona, Berlino, San Paolo del Brasile, Buenos Aires, Venezia, Mosca, San Pietroburgo, Vienna, Washington, Tokio. Dal 1922 iniziò ad esporre regolarmente le sue opere alla Biennale Internazionale d'Arte di Venezia e tra il 1926 e il 1929 partecipò alle esposizioni del gruppo artistico Il Novecento Italiano a Milano. Nel 1932 si trasferisce a Milano, dove ottiene dopo un concorso nazionale, nel 1934 la cattedra di scultura presso l'Accademia Brera di cui divenne, dopo soli due anni, il direttore. Il nuovo Regisole (1937) davanti al Duomo di Pavia In quegli anni scrive di lui Carlo Carrà: "la scultura di Francesco Messina si caratterizza per un fare semplice e grandioso e per procedimento idealistico e classico, in grado di dar vita a forme che restano come "immagini ideali". (Carlo Carrà, Francesco Messina scultore, Galleria Milano, marzo 1929). Negli anni trenta partecipa a molte importanti mostre collettive d'arte italiana a Barcellona, Berlino, Berna, Göteborg, Monaco di Baviera, Oslo, Parigi, San Paolo del Brasile, Zurigo. Nel 1934 esegue Giobbe, scultura in bronzo, oggi conservato nella Raccolta di Arte Contemporanea del Duomo di Ravello. Nel 1935 esegue il grande monumento a Cristoforo Colombo nella città di Chiavari. Nel 1936 è nominato direttore dell'Accademia di Brera, carica che manterrà fino al 1944. Nel 1937 esegue per la città di Pavia il monumento equestre, detto del â€Å"Regisole”, a ricordo di un altro monumento romano dedicato all'imperatore Antonino Pio e distrutto dai soldati francesi nel 1796. Nello stesso anno realizza il Ritratto di Salvatore Quasimodo, busto in bronzo. Nel 1938 Giorgio de Chirico a Roma e Salvatore Quasimodo a Torino presentano due sue mostre personali. Scolpisce il gruppo monumentale in marmo di San Carlo recante il perdono ai deputati ospitalieri per l'Ospedale Maggiore di Niguarda a Milano. Nel 1942 vince il Premio di Scultura alla XXIII Biennale Internazionale d'arte di Venezia, dove tiene una mostra personale con quindici sculture e diciassette disegni. Nel 1943 è nominato Accademico d'Italia. Caduto il regime fascista fu temporaneamente allontanato dall'Accademia, per il solo fatto di esserne stato direttore nel periodo fascista, riottenendo però, già nel 1947 la cattedra di scultura. Sempre nel 1947 partecipa all'esposizione di scultura e grafica a Buenos Aires nella Galleria Muller riscuotendo notevole successo. Nel 1949 espone alla 3rd Sculpture International di Filadelfia assieme a Marino Marini e Picasso. Nel 1956 partecipa con una mostra personale alla XXVIII Biennale di Venezia. Nel 1963 esegue il grande monumento a Pio XII per la Basilica di San Pietro in Roma e il busto di Pietro Mascagni per il Teatro alla Scala. Nello stesso anno a Firenze gli viene conferito il Premio Michelangelo per la scultura. Nel 1966 esegue su commissione il Cavallo morente per la Rai, che diverrà il simbolo dell'azienda pubblica radiotelevisiva e che è esposta all'ingresso della sede principale a Roma. Romantica, 1973 ca. (Fondazione Cariplo) Nel 1968 esegue il monumento a Pio XI per il Duomo di Milano. Nei primi anni settanta gli viene assegnata la Sala Borgia della Galleria vaticana Paolo VI, dedicata all'arte sacra contemporanea, come sede di un'esposizione permanente di venti opere di soggetto sacro. Nel 1974 viene aperto a Milano il Civico museo-studio Francesco Messina nell'antica chiesa sconsacrata di San Sisto al Carrobbio. In quello che sarà fino alla sua morte lo studio ufficiale dell'artista, espone permanentemente circa ottanta sculture (gessi, terrecotte policrome, bronzi, cere) e una trentina di opere grafiche (litografie, pastelli, acquarelli, disegni a matita) donate al Comune di Milano. Nel 1978 partecipa a due grandi mostre in Unione Sovietica presso il Museo Puskin di Mosca e l'Ermitage di Leningrado che poi aprirono delle sale dedicate grazie alla donazione di circa 40 opere di scultura e altrettante di grafica. Nel 1981 nell'ex chiesa di San Francesco a Pordenone si tiene una mostra di disegni inediti[3] e contemporaneamente una mostra scultorea presso il Palazzo Ragazzoni-Flangini-Bili di Sacile. Tra il 1984 ed il 1986 vengono esposte le sue sculture al Theseus Tempel di Vienna, allo Hirshhorn Museum di Washington ed alla Gallery Universe di Tokyo Fino alla sua morte, avvenuta nel 1995 a Milano, continua il suo lavoro di scultore e pittore e, assistito dalla figlia Paola, corregge e completa le numerose biografie a lui dedicate e pubblicate in tutto il mondo. Monumentali cavalli di bronzo[modifica | modifica wikitesto] Tra le opere più celebri dello scultore siciliano c'è il "Cavallo morente" esposto all'ingresso della sede principale della Rai, in viale Mazzini 14 a Roma. L'opera in bronzo misura 4,60 metri di altezza e 5,50 di lunghezza, pesa 25 quintali (compresa la base). L'opera fu commissionata all'artista nel 1964 dall'allora Direttore Generale Bernardi e fu condotto a termine in due anni. Il 5 novembre 1966 fu collocata nell'attuale sede. L'opera in bronzo è stata restaurata recentemente dall'Istituto Centrale per il Restauro del Ministero per i Beni Culturali. Il lavoro è durato 6 mesi ed ha visto impegnati due restauratori e quattro allievi restauratori. A distanza di oltre quarant'anni dall'installazione dell'opera, il cavallo di bronzo della Rai resta il principale e più popolare simbolo dell'azienda radiotelevisiva pubblica. Meno noti al grande pubblico, sono le quattro grandi statue in bronzo che raffigurano cavalli in movimento. Le dimensioni di quest'opera unica sono pari a quelle naturali. I quattro modelli in gesso furono realizzati nel 1941 per il progetto di una maestosa opera civile, costituita da una quadriga in bronzo, destinata al prospetto del Palazzo dei Congressi, nel quartiere EUR di Roma. L'opera finita prevedeva dimensioni doppie rispetto alla grandezza naturale (altezza 4,50 metri, larghezza 6,30), ma non venne mai realizzata a causa della guerra. I modelli in gesso, rimasti nella disponibilità di Francesco Messina, furono successivamente fusi in bronzo a spese dell'amico dello scultore, Giovanni Leone che acquistò l'opera. I quattro calchi in gesso per effetto della fusione furono poi distrutti alla presenza dell'artista stesso in modo da rendere la realizzazione un'opera unica. Dal 1970 l'opera in bronzo è esposta nella proprietà privata di Giovanni Leone alle porte di Formello. [1]. I quattro cavalli misurano circa 2,16 metri di altezza alla testa, 2,66 metri di lunghezza e 96 centimetri di larghezza e sono posti uno accanto all'altro dove due cavalli guardano verso la propria destra e due verso sinistra. L'opera in bronzo è citata dallo scrittore Piero Chiara nel suo libro Una storia italiana:il caso Leone, edito da Sperling & Kupfer nel 1985. Sono stati esposti a Expo 2015 lungo il Decumano, nei pressi dello stand di Eataly. Opere principali Museo Messina, ex Chiesa di San Sisto, Milano Pugilatore a Torino, Galleria civica d'arte moderna e contemporanea (1929) Nuotatore sulla spiaggia a Roma, Galleria nazionale d'arte moderna (1930) Giobbe, Ravello, Raccolta d'Arte Contemporanea, (1934) Monumento a Cristoforo Colombo a Chiavari (1935) Monumento equestre Regisole (o Raggiasole) a Pavia (1937), in memoria del monumento romano dell'Imperatore Antonino Pio distrutto nel 1796 San Carlo e i Deputati, Milano, Grande Ospedale Metropolitano Niguarda (1938) Monumento Minerva armata a Pavia, città universitaria (1938) Statua di Costanzo Ciano a La Spezia, Museo tecnico navale (1940) I quattro cavalli di bronzo, Formello (Le Rughe) 1941 - 1970, collezione Leone Statue del Cimitero monumentale di Milano, della Chiesa di Sant'Eugenio di Roma, e della Cittadella Cristiana di Assisi (1950-1960) Busto di Giacomo Puccini, Teatro alla Scala di Milano (1958) Beatrice a Dallas, South Methodist University (1959) Monumento marmoreo a Santa Caterina da Siena, collocato a Castel Sant'Angelo in Roma (1961-1962) Monumento a Pio XII, Basilica di San Pietro, Città del Vaticano (1963) Busto di Pietro Mascagni, Teatro della Scala di Milano (1963) Cavallo Morente, Palazzo RAI in Roma (1966) Monumento a Pio XI, Duomo di Milano (1968) Monumentale Via Crucis con Madonna con Bambino in marmo di Carrara e Statua della Resurrezione di Cristo di sei metri di altezza, San Giovanni Rotondo (1968-1980) Ritratto di Ranieri III, Principe di Monaco (1974) Stallone ferito a Catania, piazza Galatea Romantica a Catania, in piazza Europa Il mattino della Resurrezione, o Maddalena davanti al sepolcro, a Dovadola, presso Forlì, nel Museo dedicato a Benedetta Bianchi Porro Medaglia commemorativa del traforo del Gran Sasso creata da Francesco Messina (1980) Una scelta delle sue opere (circa 100) è conservata nella Chiesa sconsacrata di San Sisto a Milano Premi e riconoscimenti Premio scultura nel 1942 alla Biennale Internazionale d'Arte di Venezia Cittadino onorario della città di Milano dal 1975 In Maggio del 1975 è nominato cittadino onorario di Milano. Nel 1979 la Pinacoteca di Stato di Monaco di Baviera organizza una grande esposizione di scultura e grafica. Accademico honoris causa dell'Accademia delle Belle Arti dell'Unione Sovietica dal 1988 e accademico onorario dal 1990

    Salerno

    19 settembre, 22:00

    Contatta l'utente

  • Vendo prova di stampa di Francesco Messina - 1

    Vendo prova di stampa di Francesco Messina - 1

    Vendo una prova di stampa di Francesco Messina; dimensioni 59 x 79 Francesco Messina è l' autore del cavallo in bronzo che si trova all' ingresso della sede principale della Rai a Roma. Note biografiche sull' autore: Francesco Messina nasce a Linguaglossa in provincia di Catania in una famiglia molto povera. Cresciuto a Genova dove ha studiato e vissuto fino all'età di trentadue anni, si trasferì da qui a Milano. Ã?^ considerato dalla critica tra i più grandi scultori figurativi del Novecento italiano, insieme a Giacomo Manzù, Arturo Martini, Marino Marini, Felice Mina. Ã?^ l'autore di alcuni dei maggiori monumenti del Novecento italiano: Santa Caterina da Siena (1961/2)[1], collocata sul lungotevere di Castel Sant'Angelo (che raffigura la cantante ed attrice Maria Sole, utilizzata da Messina come modella[2]); la Via Crucis di San Giovanni Rotondo; il Cavallo morente della RAI; il Monumento a Pio XII nella Basilica di S. Pietro. Le sue opere figurano nei più prestigiosi musei del mondo: Berna, Zurigo, Göteborg, Oslo, Monaco di Baviera, Parigi, Barcellona, Berlino, San Paolo del Brasile, Buenos Aires, Venezia, Mosca, San Pietroburgo, Vienna, Washington, Tokio. Dal 1922 iniziò ad esporre regolarmente le sue opere alla Biennale Internazionale d'Arte di Venezia e tra il 1926 e il 1929 partecipò alle esposizioni del gruppo artistico Il Novecento Italiano a Milano. Nel 1932 si trasferisce a Milano, dove ottiene dopo un concorso nazionale, nel 1934 la cattedra di scultura presso l'Accademia Brera di cui divenne, dopo soli due anni, il direttore. Il nuovo Regisole (1937) davanti al Duomo di Pavia In quegli anni scrive di lui Carlo Carrà: "la scultura di Francesco Messina si caratterizza per un fare semplice e grandioso e per procedimento idealistico e classico, in grado di dar vita a forme che restano come "immagini ideali". (Carlo Carrà, Francesco Messina scultore, Galleria Milano, marzo 1929). Negli anni trenta partecipa a molte importanti mostre collettive d'arte italiana a Barcellona, Berlino, Berna, Göteborg, Monaco di Baviera, Oslo, Parigi, San Paolo del Brasile, Zurigo. Nel 1934 esegue Giobbe, scultura in bronzo, oggi conservato nella Raccolta di Arte Contemporanea del Duomo di Ravello. Nel 1935 esegue il grande monumento a Cristoforo Colombo nella città di Chiavari. Nel 1936 è nominato direttore dell'Accademia di Brera, carica che manterrà fino al 1944. Nel 1937 esegue per la città di Pavia il monumento equestre, detto del â€Å"Regisole”, a ricordo di un altro monumento romano dedicato all'imperatore Antonino Pio e distrutto dai soldati francesi nel 1796. Nello stesso anno realizza il Ritratto di Salvatore Quasimodo, busto in bronzo. Nel 1938 Giorgio de Chirico a Roma e Salvatore Quasimodo a Torino presentano due sue mostre personali. Scolpisce il gruppo monumentale in marmo di San Carlo recante il perdono ai deputati ospitalieri per l'Ospedale Maggiore di Niguarda a Milano. Nel 1942 vince il Premio di Scultura alla XXIII Biennale Internazionale d'arte di Venezia, dove tiene una mostra personale con quindici sculture e diciassette disegni. Nel 1943 è nominato Accademico d'Italia. Caduto il regime fascista fu temporaneamente allontanato dall'Accademia, per il solo fatto di esserne stato direttore nel periodo fascista, riottenendo però, già nel 1947 la cattedra di scultura. Sempre nel 1947 partecipa all'esposizione di scultura e grafica a Buenos Aires nella Galleria Muller riscuotendo notevole successo. Nel 1949 espone alla 3rd Sculpture International di Filadelfia assieme a Marino Marini e Picasso. Nel 1956 partecipa con una mostra personale alla XXVIII Biennale di Venezia. Nel 1963 esegue il grande monumento a Pio XII per la Basilica di San Pietro in Roma e il busto di Pietro Mascagni per il Teatro alla Scala. Nello stesso anno a Firenze gli viene conferito il Premio Michelangelo per la scultura. Nel 1966 esegue su commissione il Cavallo morente per la Rai, che diverrà il simbolo dell'azienda pubblica radiotelevisiva e che è esposta all'ingresso della sede principale a Roma. Romantica, 1973 ca. (Fondazione Cariplo) Nel 1968 esegue il monumento a Pio XI per il Duomo di Milano. Nei primi anni settanta gli viene assegnata la Sala Borgia della Galleria vaticana Paolo VI, dedicata all'arte sacra contemporanea, come sede di un'esposizione permanente di venti opere di soggetto sacro. Nel 1974 viene aperto a Milano il Civico museo-studio Francesco Messina nell'antica chiesa sconsacrata di San Sisto al Carrobbio. In quello che sarà fino alla sua morte lo studio ufficiale dell'artista, espone permanentemente circa ottanta sculture (gessi, terrecotte policrome, bronzi, cere) e una trentina di opere grafiche (litografie, pastelli, acquarelli, disegni a matita) donate al Comune di Milano. Nel 1978 partecipa a due grandi mostre in Unione Sovietica presso il Museo Puskin di Mosca e l'Ermitage di Leningrado che poi aprirono delle sale dedicate grazie alla donazione di circa 40 opere di scultura e altrettante di grafica. Nel 1981 nell'ex chiesa di San Francesco a Pordenone si tiene una mostra di disegni inediti[3] e contemporaneamente una mostra scultorea presso il Palazzo Ragazzoni-Flangini-Bili di Sacile. Tra il 1984 ed il 1986 vengono esposte le sue sculture al Theseus Tempel di Vienna, allo Hirshhorn Museum di Washington ed alla Gallery Universe di Tokyo Fino alla sua morte, avvenuta nel 1995 a Milano, continua il suo lavoro di scultore e pittore e, assistito dalla figlia Paola, corregge e completa le numerose biografie a lui dedicate e pubblicate in tutto il mondo. Monumentali cavalli di bronzo[modifica | modifica wikitesto] Tra le opere più celebri dello scultore siciliano c'è il "Cavallo morente" esposto all'ingresso della sede principale della Rai, in viale Mazzini 14 a Roma. L'opera in bronzo misura 4,60 metri di altezza e 5,50 di lunghezza, pesa 25 quintali (compresa la base). L'opera fu commissionata all'artista nel 1964 dall'allora Direttore Generale Bernardi e fu condotto a termine in due anni. Il 5 novembre 1966 fu collocata nell'attuale sede. L'opera in bronzo è stata restaurata recentemente dall'Istituto Centrale per il Restauro del Ministero per i Beni Culturali. Il lavoro è durato 6 mesi ed ha visto impegnati due restauratori e quattro allievi restauratori. A distanza di oltre quarant'anni dall'installazione dell'opera, il cavallo di bronzo della Rai resta il principale e più popolare simbolo dell'azienda radiotelevisiva pubblica. Meno noti al grande pubblico, sono le quattro grandi statue in bronzo che raffigurano cavalli in movimento. Le dimensioni di quest'opera unica sono pari a quelle naturali. I quattro modelli in gesso furono realizzati nel 1941 per il progetto di una maestosa opera civile, costituita da una quadriga in bronzo, destinata al prospetto del Palazzo dei Congressi, nel quartiere EUR di Roma. L'opera finita prevedeva dimensioni doppie rispetto alla grandezza naturale (altezza 4,50 metri, larghezza 6,30), ma non venne mai realizzata a causa della guerra. I modelli in gesso, rimasti nella disponibilità di Francesco Messina, furono successivamente fusi in bronzo a spese dell'amico dello scultore, Giovanni Leone che acquistò l'opera. I quattro calchi in gesso per effetto della fusione furono poi distrutti alla presenza dell'artista stesso in modo da rendere la realizzazione un'opera unica. Dal 1970 l'opera in bronzo è esposta nella proprietà privata di Giovanni Leone alle porte di Formello. [1]. I quattro cavalli misurano circa 2,16 metri di altezza alla testa, 2,66 metri di lunghezza e 96 centimetri di larghezza e sono posti uno accanto all'altro dove due cavalli guardano verso la propria destra e due verso sinistra. L'opera in bronzo è citata dallo scrittore Piero Chiara nel suo libro Una storia italiana:il caso Leone, edito da Sperling & Kupfer nel 1985. Sono stati esposti a Expo 2015 lungo il Decumano, nei pressi dello stand di Eataly. Opere principali Museo Messina, ex Chiesa di San Sisto, Milano Pugilatore a Torino, Galleria civica d'arte moderna e contemporanea (1929) Nuotatore sulla spiaggia a Roma, Galleria nazionale d'arte moderna (1930) Giobbe, Ravello, Raccolta d'Arte Contemporanea, (1934) Monumento a Cristoforo Colombo a Chiavari (1935) Monumento equestre Regisole (o Raggiasole) a Pavia (1937), in memoria del monumento romano dell'Imperatore Antonino Pio distrutto nel 1796 San Carlo e i Deputati, Milano, Grande Ospedale Metropolitano Niguarda (1938) Monumento Minerva armata a Pavia, città universitaria (1938) Statua di Costanzo Ciano a La Spezia, Museo tecnico navale (1940) I quattro cavalli di bronzo, Formello (Le Rughe) 1941 - 1970, collezione Leone Statue del Cimitero monumentale di Milano, della Chiesa di Sant'Eugenio di Roma, e della Cittadella Cristiana di Assisi (1950-1960) Busto di Giacomo Puccini, Teatro alla Scala di Milano (1958) Beatrice a Dallas, South Methodist University (1959) Monumento marmoreo a Santa Caterina da Siena, collocato a Castel Sant'Angelo in Roma (1961-1962) Monumento a Pio XII, Basilica di San Pietro, Città del Vaticano (1963) Busto di Pietro Mascagni, Teatro della Scala di Milano (1963) Cavallo Morente, Palazzo RAI in Roma (1966) Monumento a Pio XI, Duomo di Milano (1968) Monumentale Via Crucis con Madonna con Bambino in marmo di Carrara e Statua della Resurrezione di Cristo di sei metri di altezza, San Giovanni Rotondo (1968-1980) Ritratto di Ranieri III, Principe di Monaco (1974) Stallone ferito a Catania, piazza Galatea Romantica a Catania, in piazza Europa Il mattino della Resurrezione, o Maddalena davanti al sepolcro, a Dovadola, presso Forlì, nel Museo dedicato a Benedetta Bianchi Porro Medaglia commemorativa del traforo del Gran Sasso creata da Francesco Messina (1980) Una scelta delle sue opere (circa 100) è conservata nella Chiesa sconsacrata di San Sisto a Milano Premi e riconoscimenti Premio scultura nel 1942 alla Biennale Internazionale d'Arte di Venezia Cittadino onorario della città di Milano dal 1975 In Maggio del 1975 è nominato cittadino onorario di Milano. Nel 1979 la Pinacoteca di Stato di Monaco di Baviera organizza una grande esposizione di scultura e grafica. Accademico honoris causa dell'Accademia delle Belle Arti dell'Unione Sovietica dal 1988 e accademico onorario dal 1990.

    Salerno

    19 settembre, 21:58

    Contatta l'utente

  • Scultura in bronzo Francesco Messina

    Scultura in bronzo Francesco Messina

    SCULTURA FRANCESCO MESSINA Scultura in bronzo originale di Francesco Messina anno 1970, raffigurante ballerina h cm 56 patina marrone, con certificato di autenticità notaio.

    Fano

    17 settembre, 00:15

    7.500 €

  • Orologio del Messina

    Orologio del Messina

    Vendo splendido orologio da parete,in legno massiccio costruito artigianalmente a forma di scudetto, della squadra del Messina,serie A anno 2004..saluti..

    Messina

    15 settembre, 21:55

    60 €

  • Francesco Messina - LO STALLONE BIANCO

    Francesco Messina - LO STALLONE BIANCO

    Serie completa n. 5 litografie cm 50x70, inquadrate, in perfetto stato di conservazione. Tiratura numerata (68/120) Non sono comprese le spese di spedizione

    Cuneo

    14 settembre, 14:29

    1.500 €

  • Scultura in bronzo Messina

    Scultura in bronzo Messina

    Bellissima lastra in bronzo lavorata a cera persa firmata Messina Misure 33x22 spessa 1cm

    Roma

    11 settembre, 18:20

    250 €

  • Pulizia tradizionale e professionale tappeti persiani Messina

    Pulizia tradizionale e professionale tappeti persiani Messina

    Tappeti Messina, centro lavaggio e restauro professionale tappeti persiani Messina. Pulizia ad acqua tappeti Messina come facciamo in Persia a modici prezzi. Sono Zarepour e lavoro dal 1974 in Persia (Iran) nel bazar di Tabriz nel campo dei tappeti. Nel 1998 mi trasferii in Italia come esperto di tappeti con un visto lavorativo. Ho clienti in tutta Italia e in Slovenia per lavaggi professionali e per riparazioni nel rispetto artistico dei tappeti persiani e orientali. Per il lavaggio del tappeto persiano o orientale è essenziale conoscere innanzitutto la provenienza del tappeto poichè ogni tappeto è stato fatto con una diversa colorazione e lavorazione di materiali differenti caratteristici di ogni città come il disegno stesso, le dimensioni, la qualità della lana o del cotone; di conseguenza è necessario un occhio esperto per la valutazione e la pratica del lavaggio come faccio io. In alternativa potete optare per soluzioni temporanee seguendo i video della mia pagina YouTube per non rischiare danni da lavaggi non qualificati. Faccio a modici prezzi lavaggi ad acqua seguendo le tecniche che utilizziamo in Persia, allo stesso modo operiamo per quanto riguarda i restauri artistici su tappeti nuovi, antichi riportandoli alle loro condizioni originali. Per i clienti di Udine, Trieste, Gorizia, Pordenone e tutte le province, il servizio di ritiro e consegna è offerto gratuitamente. Per i clienti esterni al Friuli Venezia Giulia che volessero un preventivo è sufficiente inviare delle foto del tappeto o del Kilim (anche tramite Whatsapp al numero 3284022422) e successivamente spedire il vostro tappeto via posta con una spesa di circa €12,00 dalla Sardegna, Sicilia, Puglia, ... Nel momento in cui il tappeto viene consegnato verrete contattate telefonicamente e a questo punto mi prendero cura del vostro tappeto fino ad un altra chiamata per avvisarvi dell'avvenuta lavorazione e della ri-spedizione che avverà a mie spese. I miei servizi sono: 1- lavaggio specializzato tappeti e kilm ad acqua e sapone neutro 2- riparazione frange tappeti, ferma frange, inserire frange 3- riparazione bordi di tappeti rovinati, consumati, staccati, danneggiati 4- restauro buchi, angoli, strappi, consumati, tarmati 5- trattamento anti tarme per tappeti tarmati 6- trattamento ammorbidente per tappeti antichi e rigidi 7- smacchiatura di tappeti macchiati con cattivo lavaggio o vari macchia di colore e ... 8- raddrizzamento tappeti storti e con gobba 9- annodare tappeti antichi consumato con usura, ricupero tappeti con tecnico originale 10- preventivi gratuiti come ritiro e consegna 11- permuta e perizia tappeti orientali 12-Trattamento colori, decolorazione, ravvivare colori, 13-Trattamento anti batterico, germicida, acari, disinfettante, igienizzante Perché da noi ogni tappeto viene lavato in maniera diversa? Per lavare un tappeto potreste affidarvi ad uno che conosce bene i tappeti come provenienza, qualità di lana e dei materiali tipo seta, cotone, colorazione, tipologia di nodi, robustezza e usura. Nel caso in cui il colore non si sia ben fissato, durante il lavaggio si scioglie disperdendosi e incomincia a rovinare il tappeto. Nel caso la lana non venga trattata bene si rischia di portar via più del 30% della lana utilizzando la spazzola sbagliata, ciò consuma più facilmente il vello del tappeto Nel caso non venga usato il materiale e la qualità giusta per la trama e l' ordito il tappeto potrebbe formare delle gobbe specialmente se viene utilizzato un filo di poliestere. Conoscere l'età del tappeto è importante per definire il modo giusto di spazzolare. Eseguire un accurato esame sul tappeto fa capire i danni che ha subito in passato specificando i trattamenti da fare per far tornare il tappeto al suo vecchio splendore.

    Messina

    11 settembre, 11:39

    15 €

  • Messina incisione d'epoca

    Messina incisione d'epoca

    Acquaforte antica Vista prospettiva del porto di Messina, prima del terremoto del 1783. Misure cornice: 35 x 49 cm Gravée a l'eau forte par Duplessiss Berteaux - Terminé au Burin par Desquauvilliers - Vue Perspective du port de Messine - tel qu'il étou avant l'epoque du Treublemem de la Terre arriveé le 3 Fevrier 1783 - Dessinée par Despréz Archit et Pensionaire du Roi à l'académie de France à Rome. N° 2 Sicile A.P.D.R Ritiro sul posto: Gratis Spedizione tracciata 9,00Eur

    Milano

    10 settembre, 20:29

    55 €

  • Francesco Messina Bassorilievo "danzatrice"

    Francesco Messina Bassorilievo "danzatrice"

    Bassorilievo massiccio numerato in argento 1000/1000

    Formigine

    10 settembre, 18:36

    1.500 €

  • I cavalli" bassorilievo in argento 925/1000 di francesco messina

    I cavalli" bassorilievo in argento 925/1000 di francesco messina

    Di francesco messina autentico bassorilievo in argento 925/1000 inserito in rettangolo di plexiglass prova di autore firmata dall'artista misure plexiglass l. 17,3 x h. 14,1 cm. misura ovale in argento l. max 14,50 h. max 10,50 cm. spedizione con pacco ordinario postale (tracciabile)

    Arenzano

    8 settembre, 22:15

    350 €

  • Litografia Francesco Messina

    Litografia Francesco Messina

    Litografia su sughero di Francesco Messina 50x70 avente come tema il cavallo morente,celebre scultura della sede Rai

    Verona

    8 settembre, 19:12

    1.000 €

  • Forni a legna messina

    Forni a legna messina

    Forno a legna metalfer messina a partire da 600.00 euro stufa 490.00 euro stufa forno stufa a pellet forno a legna ventilato inox termocamini termoforni stufe ottimo grande sotto con mattoni per fare anche pizza a fuoco diretto

    Torregrotta

    5 settembre, 22:35

    1.300 €

  • Forno a legna metalfer messina

    Forno a legna metalfer messina

    Forno a legna unico nel suo genere in quanto in poco spazio si possono fare tante pietanze , con la sua camera alta si mettono tante teglie

    Torregrotta

    5 settembre, 22:34

    1.000 €

  • Francesco messina (1900-1995)

    Francesco messina (1900-1995)

    Francesco messina (1900-1995) ballerina con tutu' seduta,1984 acquaforte acquatinta, cm 80x60 (foglio) firmata in basso e numerata xxv/xxx lievi danni cornice dorata certificato di garanzia della artemide associazione culturale, datato 4 gennaio 2016 tiratura 99 esemplari, xxx in numeri romani. spese di spedizione 50 euro con corriere bartolini il prezzo e' trattabile se non conoscete il valore dell'opera non inviate proposte d'acquisto oscene. il prezzo rimane trattabile.

    Calcinaia

    4 settembre, 03:05

    900 €

  • Incisione "nudo di donna" di F. Messina

    Incisione "nudo di donna" di F. Messina

    Vendo una bellissima incisione raffigurante un nudo di donna realizzata dal famosissimo Francesco Messina (1900-1995). Le dimensioni del quadretto sono 26x33 cm (solo incisione 18x12 cm). E' possibile visionarla senza nessun impegno di acquisto. Per ulteriori informazioni potete contattarmi. Si valutano proposte.

    Castel Bolognese

    31 agosto, 23:38

    80 €

  • Acquaforte di Francesco Messina

    Acquaforte di Francesco Messina

    Francesco messina acquaforte dal titolo "L'ORIGINALE" cm. 50 x 35, area di stampa cm. 16 x 21, tiratura in 100 esemplari numerati e firmati a matita, disponibili il n. 36/100 e 38/100. cartelletta editoriale in cartoncino verde con titolo a stampa e velina protettiva. in perfette condizioni. preferibile ritiro a mano a milano. possibilità di spedizione da concordare

    Milano

    31 agosto, 19:17

    250 €

  • Piatto del buon ricordo ristorante alberto messina

    Piatto del buon ricordo ristorante alberto messina

    Piatto del buon ricordo ristorante alberto messina

    Città Studi / Lambrate

    28 agosto, 08:16

    19 €

  • Statua messina francesco "claudine"

    Statua messina francesco "claudine"

    Bellissina statua di Francesco Messina e più precisamente Claudine del 1980. Opera originale in unica tiratura con dichiarazione di autenticità dell'autore. Firma sull'anca sx Dimensione 42x60x25 Posizionata su una base in radica Per informazioni contattare l'utente

    Castelnuovo Rangone

    25 agosto, 16:16

    Contatta l'utente

  • Litografie : Scanavino, Messina, Treccani,Brindisi, Migneco, Pozzi...

    Litografie : Scanavino, Messina, Treccani,Brindisi, Migneco, Pozzi...

    1 litografia incorniciata: Scanavino. DIMENSIONI:64,5x99,5 parte incisa: esemplare firmata dall artista ti ratura limitatissima n. 26/ 44 1 serigrafialitografia : scanavino. 112x 82; esemplare firmata dall artista a matita ti ratura : n. 21/100 trecani, brindisi cartella silvana editore : 10 serigrafie francesco messina 65 EURO L'UNA la cartelletta in origine era composta da 20 litografie , ma attualmente ne conserva 10 a causa di una divisione ereditaria 65 ERO L'UNA. dimensioni: 50x70 conservata in ottime condizioni tiratura limitatissima: e' la sessantaquattresima di 350 cartelle. Le opere riportano tutte la firma e sono numerate dall'artista: 64/350. VOLENDO SONO ADISPOSIZIONE SONO DI MILANO. SI POSSONO VISIONARE PERSONALMENTE. WALTER POZZI .

    Milano

    24 agosto, 11:51

    80 €

  • Cartella silvana editore : serigrafie di francesco messina

    Cartella silvana editore : serigrafie di francesco messina

    Prezzo indicato per 1 litografia parte della cartelletta che in origine era composta da 20 litografie , ma attualmente ne conserva 8 a causa di una divisione ereditaria . dimensioni: 50x70 si vendono anche separatamenre conservata in ottime condizioni tiratura limitatissima: e' la sessantaquattresima di 350 cartelle le opere riportano tutte la firma e sono numerate dall'artista: 64/350 l' originalita e' sottolineata anche dalla marcatura del nome dell'artista inciso sulla carta di stampa

    Milano

    24 agosto, 11:44

    70 €

  • Bassorilievo argento Afrodite di F.Messina (serie limitata)

    Bassorilievo argento Afrodite di F.Messina (serie limitata)

    Bassorilievo in argento Afrodite di Francesco Messina limitato a tutto il Mondo a 499 esemplari numerati (93/499). L'opera è del 1977. E' un'opera unica, un vero capolavoro destinato ai veri appassionati del settore. Il capolavoro è presentato in un quadro arredamento con cornice in legno bicolore. E' praticamente impossibile (o quasi) trovarne una uguale ai giorni nostri. Dimensioni quadro: 490x450mm Dimensioni bassorilievo: 138x187mm. Spedisco in tutta Italia. Spese di spedizione 20 euro Pagamento con bonifico bancario.

    Fermo

    23 agosto, 15:16

    Contatta l'utente

  • Stufa a pallet 9 kw braciere acciaio inox messina

    Stufa a pallet 9 kw braciere acciaio inox messina

    Moderna e pratica Questa stufa a pellet da 9 kW si caratterizza per il suo stile molto moderno e originale dato dal rivestimento in metallo che salendo dal basso verso l'alto si piega assumendo quasi la forma di un'onda, un'onda di calore ovviamente, che può essere scelta nei colori rosso oppure avorio. Un tocco di stile in casa ad un prezzo davvero vantaggioso.  Potenza bruciatamax 8,8 kW - min 2,8 kWPotenza resa in riscaldamentomax 8 kW - min 2,5 kWRendimento %Pmax 85,5% - Pmin 90%Valore di CO con 13% di O2 (%)Pmax 0,016% - Pmin 0,013%Consumo pellet (kg/h)max 1,8 kg/h - min 0,6 kg/hCapacità di serbatoio (kg)13,5 kgGrandezza ambiente riscaldabile (m3)140 - 200 mcDistanze min. da pareti infi ammabililato: 25 cm retro: 20 cm fronte: 100 cmTensione alimentazione/Freq. (V/Hz)230V - 50 HzPotenza nominale elettrica (W)320 WMisure (cm)L 43,4 x P 50,6 x H 91,2Peso (kg)66,1 kgCamera di combustioneacciaioConforme alle normeEN14785

    Torregrotta

    20 agosto, 11:54

    749 €

  • Lavinia"(1948) scultura in bronzo di francesco messina

    Lavinia"(1948) scultura in bronzo di francesco messina

    "lavinia"-1948- bronzo-h.cm 25-patina verde.mirabile opera del maestro siciliano francesco messina.certificato di autenticita' redatto da francesco paolo rivera,notaio in milano 18/giugno/1991

    Messina

    15 agosto, 02:04

    6.500 €

  • Messina - litografia con certificazione

    Messina - litografia con certificazione

    È un multiplo di 50x70 cm., esemplare n. 99 di 99, firmato alla base da Francesco Messina. Fu realizzato nel 1976 per le Edizioni della Galleria d'Arte Angolare di Milano. La litografia è accompagnata da un certificato di garanzia rilasciato dall'editore. L'opera è collocata in una cornice coeva di alluminio dorato. Se il quadro viene spedito, al prezzo d'acquisto bisogna aggiungere 10 euro di spese postali (Pacco Ordinario + imballaggio), che salgono a 15 euro se è richiesto il servizio di pagamento in contrassegno. Il prezzo di vendita rimane invariato se il quadro è ritirato dall'acquirente a Varese, presso il venditore.

    Varese

    13 agosto, 20:40

    150 €

  • Forno a legna con camera cottura mattoni lampada 12v Sicilia messina

    Forno a legna con camera cottura mattoni lampada 12v Sicilia messina

    Forno a legna con camera cottura rivestita in mattoni Lampada 12 v Camera combustione in refrattario 90x110x180 4 teglie 60x40

    Torregrotta

    12 agosto, 14:56

    1.020 €

  • Forno a legna ventilato 6 teglie 60x40 Sicilia messina

    Forno a legna ventilato 6 teglie 60x40 Sicilia messina

    Forno a legna ventilato Rivestito in ceramica Mattoni nella camera combustione 3 piani 6 teglie 60x40 90x90x190 Sicilia messina

    Torregrotta

    12 agosto, 14:56

    2.350 €

  • Pietro Mantilla (Messina 1953) dipinto anni 80

    Pietro Mantilla (Messina 1953) dipinto anni 80

    Pietro Mantilla (Messina 1953) dipinto anni 80 olio su tela cm.60x50 firmato.Porvenienza collezione privata Prof.Lucio Barbera Messina

    Messina

    11 agosto, 16:20

    100 €

  • Forno a pellet inox messina sicilia

    Forno a pellet inox messina sicilia

    Forno a pellet Partenza automaticamente Rimane a una temperatura di circa 300 gradi anche con porta aperta Consuma pochissimo pellet Scarico come una semplice stufa a pellet da 80 mm Agevolato da fatto che non fa fumo si può installare da per tutto A una camera di 52x52 inox con piastra refrattaria 90x65x60 più base con ruote smontabile

    Torregrotta

    28 luglio, 15:13

    1.430 €

Link sponsorizzati
 

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: