30 Annunci

Link sponsorizzati

Dello scultore in Arredamento e Casalinghi

  • Statue di bronzo dello scultore Nico Venzo

    Statue di bronzo dello scultore Nico Venzo

    Vendo 2 statue di bonzo dello scultore Nico Venzo. L e statue sono a cera persa anno 1970 altezza di ogni bronzo una di 60 cm. l'altra di 48 cm. base di marmo nero lucido i bronzi sono muniti di libretto di certificazione dello scultore il prezzo è per ogni singola statua.

    Pozzuoli

    Oggi, 11:55

    1.200 €

  • Diponto del M° Giancarlo Frulio-Lo SCULTORE DI DIO

    Diponto del M° Giancarlo Frulio-Lo SCULTORE DI DIO

    Dipinto su tavola di legno realizzato a tecnica mista: olio, pastelli, carboncino. Dipinto del Maestro Giancarlo Frulio "LO SCULTORE DI DIO" titolo: GIOCO ANGIOLESCO dim. 80x 70

    Fondi

    Oggi, 09:23

    5.000 €

  • Dipinto del M° Giancarlo Frulio-Lo SCULTORE DI DIO

    Dipinto del M° Giancarlo Frulio-Lo SCULTORE DI DIO

    Dipinto su tavola di legno realizzato a tecnica mista: olio, pastelli, carboncino. Dipinto del Maestro Giancarlo Frulio "LO SCULTORE DI DIO" titolo: GIOCO ANGIOLESCO dim. 80x 70

    Fondi

    Oggi, 09:23

    5.000 €

  • Quadro Figurativo Nudo Olio Pittore-Scultore A.Cannata

    Quadro Figurativo Nudo Olio Pittore-Scultore A.Cannata

    Visita tutti i miei oggetti in vendita, il nostro negozio ''max affarone'' lo troverete cercando su google o su ebay troverete tantissimi altri oggetti che vi potrebbero interessare. Descrizione : Quadro dipinto a mano olio prodotto nuovo di produzione italiana pezzo unico, misura completo di cornice 94X108. Titolo: figurativo ( NUDO ) , la tecnica è di tipo polimaterica. La cornice è in resina, adatto per qualsiasi ambiente . Il quadro è stato realizzato dal noto pittore-scultore Antonio Cannata (CASTELVETRANO 2000) correlato di certificato di garanzia che ne certifica l'autenticità dell'autore. Antonio Cannata è molto conosciuto in tutto ITALIA per il suo grande talento. La sua carriera abbia inizio a CASTELVETRANO dove realizzava tantissimi quadri-sculture , che venivano messi in mostra per i centri storici. E' un pittore-scultore di grande esperienza per la sua massima predisposizione all'arte, troverete tantissimi suoi straordinari quadri-sculture su google.it facendo una ricerca oppure sul profilo facebook (trisarte cannata antonio) noterete che ha aperto da poco un centro per le sue opere d'arte a Torino dove attualmente vive. Per la richiesta di ulteriori foto ed informazioni , siamo disponibili previa su richiesta . Saremo ben lieti di essere a vostra disposizione , lasciarvi soddisfatti è la nostra priorità .

    Castelvetrano

    Ieri, 11:29

    1.000 €

  • Salvatore Monaco scultore: Ragazza impaurita da un topo (bronzo)

    Salvatore Monaco scultore: Ragazza impaurita da un topo (bronzo)

    Salvatore Monaco scultore Napoli Ragazza impaurita da un topo Bronzo su base in marmo anni '20 Firmata nella fusione: S. Monac(o) Altezza totale 41 cm., base in marmo 5,5 cm.. Per contatti telefonici chiamare al 3290675564

    Roma

    23 aprile, 16:20

    1.500 €

  • Litografia dello scultore manzu

    Litografia dello scultore manzu

    Litografia dello scultore manzu del 1993 con firma e dedica a me personale testa di donna altezza34cm x 26compresa sped

    Anzio

    19 aprile, 19:14

    26 €

  • Pezzo unico di Amilcare Santini, scultore

    Pezzo unico di Amilcare Santini, scultore

    Pezzo unico di A.Santini (Cecina 1910-1975) In perfetto stato di conservazione

    Acilia / Axa / Casal Palocco

    19 aprile, 19:03

    1.600 €

  • Gruppo scultorio in biscuit

    Gruppo scultorio in biscuit

    Il manufatto non ha marchi visibili tuttavia è di magistrale fattura e di gusto squisito. Non si rilevano lacune, fessurazioni o incollature. Dimensioni: 21 cm. di altezza, 12 cm. di larghezza e 18 cm. di profondità. Se il gruppo scultorio viene spedito, al prezzo d'acquisto bisogna aggiungere 10 euro di spese postali (Pacco Ordinario + imballaggio) che salgono a 15 euro se è richiesto il servizio di pagamento in contrassegno. Il prezzo rimane invariato se il gruppo scultorio è ritirato dall'acquirente a Varese, presso il venditore.

    Varese

    19 aprile, 13:05

    35 €

  • Quadro scolpito a mano su legno prezioso da un scultore

    Quadro scolpito a mano su legno prezioso da un scultore

    Quadro scolpito a mano da un scultore si chiama 1/2 Botta legno prezioso molto bello ci sono diverse foto per vedere meglio come e stato scolpito..

    Chiari

    18 aprile, 18:42

    1 €

  • Galeone in ferro battuto eseguito a mano da scultore artistico

    Galeone in ferro battuto eseguito a mano da scultore artistico

    Vendo bellissimo galeone in ferro battuto eseguito da scultore a mano con forziere e supporto per il galeone ritiro a mano pagamento contanti

    Magenta

    17 aprile, 21:45

    500 €

  • Incisioni scultore AGAPITO MINIUCCHI

    Incisioni scultore AGAPITO MINIUCCHI

    Vrendo incisioni del pittore/scultore Agapito Miniucchi-RIETI Rocca Sinibaldi-da euro 350 a 580 secondo grandezza

    Forlì

    16 aprile, 22:25

    350 €

  • Scultore S.Sindayii

    Scultore S.Sindayii

    MADONNA COL BAMBINO Scultura in legno di cm. 30 X 8 dell'artista indiano S. SINDAYII Spese di spedizione comprese

    Bologna

    16 aprile, 12:15

    45 €

  • AUTENTICHE ceramiche di Angelo Biancini scultore di Faenza

    AUTENTICHE ceramiche di Angelo Biancini scultore di Faenza

    SOLO PERSONE INTERESSATE, NO PERDITEMPO, GRAZIE Autentico pannello del ceramista scultore Angelo Biancini diametro cm.26 600 euro - Tre angeli in ceramica misurano cm.8-10 150 euro l'uno - garantisco l' autenticita' essendo stato lui mio maestro nel suo studio situato all'Istituto statale d'arte per la ceramica Ballardini di Faenza .... Angelo Biancini è una delle figure più rappresentative della scultura e dellÂ'arte ceramica italiana del Novecento. Nato a Castel Bolognese nel 1911, il suo nome rimane legato a Faenza, città dove ha lavorato fino alla morte e dove entra, nel 1942, allÂ'Istituto dÂ'Arte per la Ceramica assumendo successivamente la cattedra di Plastica che era stata di Domenico Rambelli. Manterrà questo incarico fino al 1981, contribuendo a formare, nel suo studio allÂ'interno della scuola, varie generazioni di artisti e di ceramisti. Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, dal 2 giugno al 30 novembre, dedica allÂ'artista la mostra "Angelo Biancini. Sculture e ceramiche dagli anni Trenta al dopoguerra" curata da Franco Bertoni, esperto delle collezioni moderne e contemporanee del MIC, sullÂ'attività legata alla ceramica, ma non solo. Saranno esposti gessi, cere, bronzi, legni, ceramiche soprattutto degli anni Trenta e Quaranta mentre, per gli anni del primo dopoguerra, la selezione viene limitata alla documentazione di quanto delle esperienze precedenti ha concorso maggiormente ai lavori della maturità, oltre che alcune gigantografie delle opere monumentali e inamovibili, appositamente realizzate. Fra i lavori in mostra parte delle creazioni fatte per la Società Ceramica Italiana, "sculture e oggetti dÂ'arredamento di piccola e grande dimensione, riprodotti in serie e destinati a un successo sancito dalle più importanti esposizioni e dalle riviste dellÂ'epoca". La mostra organizzata dal MIC intende indagare il periodo della formazione e degli esordi dello scultore, momento decisamente meno indagato dagli storici dellÂ'arte e della ceramica. Proprio in quegli anni Biancini raggiunge vertici espressivi e tensioni formali che lo avvicinano alle esperienze più propositive del periodo ed individua quel patrimonio linguistico che, nel secondo dopoguerra, caratterizzerà le opere del successo e dei riconoscimenti ufficiali. Sono di questi anni la partecipazione alla prima grande mostra della scultura italiana alla Galleria della Spiga di Milano e due mostre personali di Milano, alla Galleria dellÂ'Illustrazione Italiana nel 1948 e alla Galleria San Fedele nel 1956 che lo imporranno ulteriormente allÂ'attenzione della critica nazionale. Biancini ha segnato la storia della ceramica riuscendo ad innovare il suo tempo. I suoi principali interessi scultorei non mancheranno, riversandosi nella ceramica, di contribuire in maniera decisiva all''affrancamento di questÂ'arte da una condizione "minore" di arte decorativa e alla sua affermazione come espressione artistica tout court. Biancini rimane fedele a una figurazione e a un "vero" che hanno fonti riconosciute nella più antica tradizione italiana, rinverdita da una singolare capacità di registrare le più tenui espressioni emozionali di soggetti, spesso umili e popolari, indagati con un acume quasi psicologico. Biografia di Angelo Biancini Angelo Biancini nasce a Castelbolognese nel 1911. Nel 1929 si iscrive allÂ'Istituto dÂ'Arte di Firenze dove frequenta soprattutto lo studio di Libero Andreotti, un maestro per il quale dimostrerà sempre stima e rispetto. Trova il suo primo studio in uno stanzone dell''ex convento dove si dedica innanzitutto alla maiolica in generale, prima di venire assorbito sempre più dalla modellatura e dalla scultura. Nel 1932 inizia ad esporre le sue opere in pubblico. Nel 1934 arriva la sua prima affermazione: con la sua "Lupa" vince per la sezione scultura ai Littoriali dellÂ'Arte a Roma. Sempre nel 1934 partecipa per la prima volta alla Biennale di Venezia. Con oggetti realizzati su suo disegno dall''ENAPI prende parte alla VI Triennale di Milano. Realizza, nel 1935, la statua dellÂ'Atleta vittorioso nel Foro Mussolini (oggi Stadio dei Marmi) a Roma. Sempre a Roma nel 1935 espone alla II Quadriennale dÂ'Arte Nazionale e nel 1937 realizza due gruppi scultorei per il Ponte delle Vittorie a Verona. Già a queste date Biancini gode di una reputazione a livello nazionale, mentre, a livello faentino, viene seguito e aiutato da Gaetano Ballardini. Infatti, dietro consiglio e aiuto del Direttore del Museo delle Ceramiche di Faenza, dal 1937 al 1940 si trasferisce a Laveno per collaborare con Guido Andlovitz alla direzione artistica della Società Ceramica Italiana. Negli anni di Laveno, Biancini rinsalda i suoi rapporti con la ceramica (tra oggetto, ritratto e scultura monumentale) e perviene a tutta una serie di temi e soluzioni formali che impronteranno la sua successiva attività. Nel 1942 entra allÂ'Istituto dÂ'Arte per la Ceramica di Faenza e, nel dopoguerra, subentrerà a Domenico Rambelli nella cattedra di Plastica. Ormai la figura di Biancini emerge come una delle più autorevoli tra le nuove leve della scultura italiana. Accanto allÂ'attività didattica, continua quella artistica con la partecipazione ai maggiori concorsi nazionali, in cui riceve giurie unanimi e consensi. Nel 1943 con una mostra personale presso la Quadriennale Romana, ottiene il premio nazionale. Nel 1946 riceve il Premio Faenza con Annunciazione, un grande pannello in ceramica smaltata da Anselmo Bucci. Otterrà nuovamente il prestigioso riconoscimento nel 1957 con il bassorilievo Gesù tra i dottori. Nel dopoguerra partecipa alla grande mostra della scultura italiana organizzata dalla Galleria della Spiga di Milano nel 1946. Le due personali milanesi del 1948 e del 1956 alla Galleria San Fedele lo impongono ulteriormente allÂ'attenzione della critica nazionale. Sono numerosi i premi negli anni successivi: al Palazzo Esposizioni di Milano vince il Bagutta per la scultura (1961), nello stesso anno, è premiato per il bronzo "San Giovanni nel deserto" alla Mostra Internazionale di Arte Sacra di Trieste dove vince nuovamente nel 1963 con "Il Pastore Sacro". Nello stesso anno si afferma a Padova alla Mostra Internazionale del bronzetto. Tra le sue opere monumentali si segnalano i rilievi per la nuova Basilica di Nazareth (1959), il baldacchino del Tempio dei Martiri Canadesi a Roma (1961), il ciclo scultoreo per lÂ'Ospedale Maggiore di Milano (1964). Seguiranno poi i lavori per la Chiesa dellÂ'Autostrada del Sole di Firenze, per lÂ'Hospitium di Camaldoli, per il palazzo della FAO a Roma, Arenzano, Algeri, Buenos Aires e tanti altri. Tra le opere a carattere commemorativo si ricordano il Monumento alla Resistenza di Alfonsine (1972), a Grazia Deledda a Cervia (1956), ad Angelo Celli a Cagli (1958), a Alfredo Oriani a Casola Valsenio (1963) e a Don Minzoni a Argenta (1973). Nel 1973 gli vengono dedicati due eventi a Roma: a Palazzo Braschi, una panoramica completa delle sue sculture in bronzo, poi gli viene riservata una sala personale nella Collezione dÂ'Arte Moderna Religiosa dei Musei Vaticani. Nel 1980, lÂ'Amministrazione Comunale di Faenza gli conferisce, con una medaglia dÂ'oro, la cittadinanza onoraria e nel contempo allestisce una grande mostra antologica a Palazzo delle Esposizioni. In quella occasione, Biancini dona alla città di Faenza tre opere di notevoli dimensioni da collocare in spazi pubblici: una raffigurante San Tomaso dÂ'Aquino, una che riproduce Alfredo Oriani, ed infine un busto del pittore Roberto Sella. Nel 1981, raggiunta lÂ'età della pensione, lascia lÂ'Istituto dÂ'Arte di Faenza e continua a lavorare in uno studio nelle immediate vicinanze. Muore nel 1988 a Castelbolognese, la piccola cittadina in cui era nato. Hanno scritto su Biancini: Vittorio Filippini, Rezio Buscaroli, Luigi Velluti, Orio Vergani, Antonio Savioli, Leonardo Borgese, Enrico Somarè, Benso Becca, Ugo Bellocchi, Luciano Budigna, Giorgio Kaisserlian, Giuseppe Liverani, Franco Solmi, Giorgio Mascherpa, Sergio Maldini, Emanuele Di Giorgio, Carlos Arean, Giorgio Ruggeri, Nazareno Fabbretti, Giancarlo Bojani, Franco Bertoni.

    Imola

    15 aprile, 13:37

    150 €

  • Bronzo dello scultore Sanvito

    Bronzo dello scultore Sanvito

    Bellissimo bronzo dello scultore Sanvito dimensioni 48 x 14 cm. in ottime condizioni peso circa 3kg.

    Arese

    9 aprile, 12:34

    900 €

  • Quadro del pittore/scultore Giuliano Ottaviani

    Quadro del pittore/scultore Giuliano Ottaviani

    Quadro del pittore Giuliano Ottaviani in tecnica mista su tela 50 x 70 denominata "Il sole"

    Pandino

    8 aprile, 10:21

    750 €

  • Statuina famoso scultore Giuseppe Armani

    Statuina famoso scultore Giuseppe Armani

    Perfette condizioni. Misure: altezza 19cm diametro 10cm. Ritiro a carico dell'acquirente.

    Bologna

    7 aprile, 17:53

    80 €

  • Scultura Elefante Argento Auro Belcari scultore

    Scultura Elefante Argento Auro Belcari scultore

    Bellissima scultura in argento dell'artista Auro Belcari, raffigura Elefante in elevazione, altezza 38 cm, peso 3,8 kg, oggetto raffinato e realizzato con cura maniacale dei dettagli, Firma dell'artista sulla zampa. Arredamento, Complementi arredo, collezionismo, oggettistica, modernariato, statue, Africa, vintage, collezione, antiquariato.

    Torino

    6 aprile, 14:27

    99 €

  • Rara statuina IL FOTOGRAFO, in ceramica dello Scultore Cortese

    Rara statuina IL FOTOGRAFO, in ceramica dello Scultore Cortese

    Rara statuina vintage in ceramica originale di Capodimonte finemente lavorata di una bella rappresentazione, con tutti i minimi particolari, della figura del "Fotografo" e recante la firma dell'autore Cortese #62 con timbro Capodimonte. Epoca ca.1980 facente parte di una collezione privata (ne ha 2 esemplari identici)che ne garantisce un'ottimo stato di conservazione senza sbeccature, crepa e/o riparazioni. Altezza statua cm 23, base-piedistallo in ceramica cm 18. Le foto sono quelle reali della statuina, pagamento a mezzo bonifico bancario, astenersi perditempo/affaristi. Visionabile, consegno a mano o spedisco con spese a carico dell'acquirente.

    Milano

    5 aprile, 19:48

    210 €

  • Quadri,artista novese MARIO NICORELLI,incisore scultore,pittore

    Quadri,artista novese MARIO NICORELLI,incisore scultore,pittore

    Coppia quadri come da foto , quadri firmati e numerati da artista novese,MARIO NICORELLI, incisore scultore pittore ACQUAFORTE ,FIRMATE e numerate valore di mercato attuale euro 1500 richiesti euro 950 spedizione euro 35 incisioni anni 60-70 sono passate a 1500 euro cercare sul web la scomposizione della luce di nicorelli mario e altre novita'

    Ovada

    5 aprile, 15:10

    950 €

  • Pezzo unico dello scultore alberto sparapani

    Pezzo unico dello scultore alberto sparapani

    Busto in bronzo argentato di papa clemente undicesimo giovanni francesco albani urbino 1649 roma 1721

    Torino

    4 aprile, 17:25

    3.000 €

  • Pezzo unico di Amilcare Santini, scultore

    Pezzo unico di Amilcare Santini, scultore

    Pezzo unico di A.Santini ( Cecina 1910.....1975) In perfetto stato di conservazione Dimensiono Largh. 58 cm Prof. 20 cm Alt. 40 cm

    Acilia / Axa / Casal Palocco

    4 aprile, 15:11

    800 €

  • Banco per scultore b.55x55cm h.86cm

    Banco per scultore b.55x55cm h.86cm

    Banco per scultore b.55x55cm h.86cm epoca fine 800 Appartenuto a: Artista Giovanni Boffa

    Livorno

    1 aprile, 18:26

    700 €

  • ANNUNCIAZIONE ceramica di Angelo Biancini scultore di Faenza

    ANNUNCIAZIONE ceramica di Angelo Biancini scultore di Faenza

    Autentico pannello del ceramista scultore Angelo Biancini (è stato mio maestro) diametro cm.26 .... Angelo Biancini è una delle figure più rappresentative della scultura e dell'arte ceramica italiana del Novecento. Nato a Castel Bolognese nel 1911, il suo nome rimane legato a Faenza, città dove ha lavorato fino alla morte e dove entra, nel 1942, all'Istituto d'Arte per la Ceramica assumendo successivamente la cattedra di Plastica che era stata di Domenico Rambelli. Manterrà questo incarico fino al 1981, contribuendo a formare, nel suo studio all'interno della scuola, varie generazioni di artisti e di ceramisti. Il Museo Internazionale delle Ceramiche in Faenza, dal 2 giugno al 30 novembre, dedica all'artista la mostra "Angelo Biancini. Sculture e ceramiche dagli anni Trenta al dopoguerra" curata da Franco Bertoni, esperto delle collezioni moderne e contemporanee del MIC, sull'attività legata alla ceramica, ma non solo. Saranno esposti gessi, cere, bronzi, legni, ceramiche soprattutto degli anni Trenta e Quaranta mentre, per gli anni del primo dopoguerra, la selezione viene limitata alla documentazione di quanto delle esperienze precedenti ha concorso maggiormente ai lavori della maturità, oltre che alcune gigantografie delle opere monumentali e inamovibili, appositamente realizzate. Fra i lavori in mostra parte delle creazioni fatte per la Società Ceramica Italiana, "sculture e oggetti d'arredamento di piccola e grande dimensione, riprodotti in serie e destinati a un successo sancito dalle più importanti esposizioni e dalle riviste dell'epoca". La mostra organizzata dal MIC intende indagare il periodo della formazione e degli esordi dello scultore, momento decisamente meno indagato dagli storici dell'arte e della ceramica. Proprio in quegli anni Biancini raggiunge vertici espressivi e tensioni formali che lo avvicinano alle esperienze più propositive del periodo ed individua quel patrimonio linguistico che, nel secondo dopoguerra, caratterizzerà le opere del successo e dei riconoscimenti ufficiali. Sono di questi anni la partecipazione alla prima grande mostra della scultura italiana alla Galleria della Spiga di Milano e due mostre personali di Milano, alla Galleria dell'Illustrazione Italiana nel 1948 e alla Galleria San Fedele nel 1956 che lo imporranno ulteriormente all'attenzione della critica nazionale. Biancini ha segnato la storia della ceramica riuscendo ad innovare il suo tempo. I suoi principali interessi scultorei non mancheranno, riversandosi nella ceramica, di contribuire in maniera decisiva all'affrancamento di quest'arte da una condizione "minore" di arte decorativa e alla sua affermazione come espressione artistica tout court. Biancini rimane fedele a una figurazione e a un "vero" che hanno fonti riconosciute nella più antica tradizione italiana, rinverdita da una singolare capacità di registrare le più tenui espressioni emozionali di soggetti, spesso umili e popolari, indagati con un acume quasi psicologico. Biografia di Angelo Biancini Angelo Biancini nasce a Castelbolognese nel 1911. Nel 1929 si iscrive all'Istituto d'Arte di Firenze dove frequenta soprattutto lo studio di Libero Andreotti, un maestro per il quale dimostrerà sempre stima e rispetto. Trova il suo primo studio in uno stanzone dell'ex convento dove si dedica innanzitutto alla maiolica in generale, prima di venire assorbito sempre più dalla modellatura e dalla scultura. Nel 1932 inizia ad esporre le sue opere in pubblico. Nel 1934 arriva la sua prima affermazione: con la sua "Lupa" vince per la sezione scultura ai Littoriali dell'Arte a Roma. Sempre nel 1934 partecipa per la prima volta alla Biennale di Venezia. Con oggetti realizzati su suo disegno dall'ENAPI prende parte alla VI Triennale di Milano. Realizza, nel 1935, la statua dell'Atleta vittorioso nel Foro Mussolini (oggi Stadio dei Marmi) a Roma. Sempre a Roma nel 1935 espone alla II Quadriennale d'Arte Nazionale e nel 1937 realizza due gruppi scultorei per il Ponte delle Vittorie a Verona. Già a queste date Biancini gode di una reputazione a livello nazionale, mentre, a livello faentino, viene seguito e aiutato da Gaetano Ballardini. Infatti, dietro consiglio e aiuto del Direttore del Museo delle Ceramiche di Faenza, dal 1937 al 1940 si trasferisce a Laveno per collaborare con Guido Andlovitz alla direzione artistica della Società Ceramica Italiana. Negli anni di Laveno, Biancini rinsalda i suoi rapporti con la ceramica (tra oggetto, ritratto e scultura monumentale) e perviene a tutta una serie di temi e soluzioni formali che impronteranno la sua successiva attività. Nel 1942 entra all'Istituto d'Arte per la Ceramica di Faenza e, nel dopoguerra, subentrerà a Domenico Rambelli nella cattedra di Plastica. Ormai la figura di Biancini emerge come una delle più autorevoli tra le nuove leve della scultura italiana. Accanto all'attività didattica, continua quella artistica con la partecipazione ai maggiori concorsi nazionali, in cui riceve giurie unanimi e consensi. Nel 1943 con una mostra personale presso la Quadriennale Romana, ottiene il premio nazionale. Nel 1946 riceve il Premio Faenza con Annunciazione, un grande pannello in ceramica smaltata da Anselmo Bucci. Otterrà nuovamente il prestigioso riconoscimento nel 1957 con il bassorilievo Gesù tra i dottori. Nel dopoguerra partecipa alla grande mostra della scultura italiana organizzata dalla Galleria della Spiga di Milano nel 1946. Le due personali milanesi del 1948 e del 1956 alla Galleria San Fedele lo impongono ulteriormente all'attenzione della critica nazionale. Sono numerosi i premi negli anni successivi: al Palazzo Esposizioni di Milano vince il Bagutta per la scultura (1961), nello stesso anno, è premiato per il bronzo "San Giovanni nel deserto" alla Mostra Internazionale di Arte Sacra di Trieste dove vince nuovamente nel 1963 con "Il Pastore Sacro". Nello stesso anno si afferma a Padova alla Mostra Internazionale del bronzetto. Tra le sue opere monumentali si segnalano i rilievi per la nuova Basilica di Nazareth (1959), il baldacchino del Tempio dei Martiri Canadesi a Roma (1961), il ciclo scultoreo per l'Ospedale Maggiore di Milano (1964). Seguiranno poi i lavori per la Chiesa dell'Autostrada del Sole di Firenze, per l'Hospitium di Camaldoli, per il palazzo della FAO a Roma, Arenzano, Algeri, Buenos Aires e tanti altri. Tra le opere a carattere commemorativo si ricordano il Monumento alla Resistenza di Alfonsine (1972), a Grazia Deledda a Cervia (1956), ad Angelo Celli a Cagli (1958), a Alfredo Oriani a Casola Valsenio (1963) e a Don Minzoni a Argenta (1973). Nel 1973 gli vengono dedicati due eventi a Roma: a Palazzo Braschi, una panoramica completa delle sue sculture in bronzo, poi gli viene riservata una sala personale nella Collezione d'Arte Moderna Religiosa dei Musei Vaticani. Nel 1980, l'Amministrazione Comunale di Faenza gli conferisce, con una medaglia d'oro, la cittadinanza onoraria e nel contempo allestisce una grande mostra antologica a Palazzo delle Esposizioni. In quella occasione, Biancini dona alla città di Faenza tre opere di notevoli dimensioni da collocare in spazi pubblici: una raffigurante San Tomaso d'Aquino, una che riproduce Alfredo Oriani, ed infine un busto del pittore Roberto Sella. Nel 1981, raggiunta l'età della pensione, lascia l'Istituto d'Arte di Faenza e continua a lavorare in uno studio nelle immediate vicinanze. Muore nel 1988 a Castelbolognese, la piccola cittadina in cui era nato. Hanno scritto su Biancini: Vittorio Filippini, Rezio Buscaroli, Luigi Velluti, Orio Vergani, Antonio Savioli, Leonardo Borgese, Enrico Somarè, Benso Becca, Ugo Bellocchi, Luciano Budigna, Giorgio Kaisserlian, Giuseppe Liverani, Franco Solmi, Giorgio Mascherpa, Sergio Maldini, Emanuele Di Giorgio, Carlos Arean, Giorgio Ruggeri, Nazareno Fabbretti, Giancarlo Bojani, Franco Bertoni.

    Imola

    29 marzo, 10:46

    600 €

  • Litografia dello scultore manzu del 1993

    Litografia dello scultore manzu del 1993

    Ristampa Litografia dello scultore manzu del 1993 con firma e dedica a me personale testa di donna altezza34cm x 25 20 euro compreso sped

    Anzio

    16 marzo, 20:34

    20 €

  • Filippone Pino scultore /pittore quadri olio su tela

    Filippone Pino scultore /pittore quadri olio su tela

    Vendo 2 quadri del pittore/scultore Pino Filippone nato nel 1937 e residente a Treviso quadri cm 40x50 olio su tela anno: 1970 con autentica sul retro della tela, e firma sul dipinto prezzo euro 1290 l'uno da visionare e ritirare a Conegliano NON SPEDISCO chiamare per appuntamento al cell.3337209368

    Conegliano

    14 marzo, 21:11

    1.290 €

  • Statue capodimonte dello scultore g.armani

    Statue capodimonte dello scultore g.armani

    Coppia di statue Capodimonte realizzate a mano dall?artista-scultore Giuseppe Armani in tiratura limitata. Altezza circa 30 cm, con basamento in legno, ancora con certificato di autenticità. Meravigliosi ed espressivi soggetti uomo e donna, statue come nuove. Il prezzo indicato è per la coppia, VERO AFFARE

    Rottofreno

    14 marzo, 18:34

    400 €

  • Gino Bogoni splendido disegno 50x70cm scultore famosissimo

    Gino Bogoni splendido disegno 50x70cm scultore famosissimo

    Salve a tutti, vendo splendido disegno a pennarello del noto scultore veneto Gino Bogoni, davvero un'opera sublime ad un prezzo dimezzato rispetto alle stime sull'autore. Per info e foto aggiuntive non esitate a contattarmi. Date un'occhiata anche agli altri miei annunci ;)

    Centro

    8 marzo, 20:05

    180 €

  • La tua ricerca continua con altri annunci selezionati per te!

  • Cartoline Scultore D.Mastroianni

    Cartoline Scultore D.Mastroianni

    Due meravigliose cartoline dello scultore D.Mastroianni,dell'inizio novecento,la prima intitolata "l'amore degli Angeli" e l'altra "l'amore veglia ". Spese spedizione a parte Vedere anche gli altri miei annunci

    San Severo

    Oggi, 06:52

    6 €

  • Lettera di M.A.G. sulle opere dello scultore RINALDO RINALDI di Padova

    Lettera di M.A.G. sulle opere dello scultore RINALDO RINALDI di Padova

    Opuscolo in 8°, intonso, di 8 facciate, stampato a Treviso dalla tip. Andreola nel 1825

    Vedelago

    Oggi, 05:13

    20 €

  • Antico scalpello cavo da scultore

    Antico scalpello cavo da scultore

    Antico scalpello cavo da scultore manico in legno lungo 28 cm. trattasi d'oggetto d'epoca presenta segni normali di usura e logorazione del manico in legno

    Desenzano del Garda

    Ieri, 16:46

    18 €

Link sponsorizzati
 

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: