Grande attesa per la SX4, la nuova piccola Suv della Suzuki, in arrivo sul mercato tra 2-3 anni. Per la casa automobilistica nipponica, si tratta di un modello fondamentale, capace di raccogliere consensi in tutto il mondo e nello stesso tempo di tenere le emissioni di CO2 sotto controllo, grazie ai motori benzina e diesel a bassissimo impatto ambientale.L'autovettura è prodotta a partire dal 2006 in collaborazione con la casa costruttrice italiana Fiat. Il progetto che ha dato alla luce la SX4 e la gemella Fiat Sedici è partito quando la General Motors, azionista del marchio Suzuki, è entrato in joint-venture con il gruppo Fiat per la produzione di autovetture sul mercato europeo. La gamma iniziale prevedeva l'utilizzo di tre motorizzazioni a benzina e un diesel prodotto dalla Fiat: i quattro cilindri benzina erano disponibili nelle configurazioni da 1,5, 1,6 e 2,0 litri rispettivamente con 99, 107 e 143 cavalli tutti con variatore di fase (Suzuki VVT System) e con distribuzione a 4 valvole per cilindro. L'1.5 era disponibile con il cambio manuale a 5 rapporti e la trazione anteriore, affiancato dall'1.6 disponibile con cambio manuale a 5 rapporti o automatico sequenziale a 4 e la trazione anteriore oppure con lo schema 4WD integrale e cambio manuale. In seguito al restyling del 2009 la potenza dei motori è stata incrementata rispettivamente a 112 cavalli per l'1.5 e a 120 cavalli per l'1.6 grazie all'impianto di aspirazione e alla testata riprogettata. Lunga poco più di 4,1 metri il nome è un tributo all'omonima autovettura con carrozzeria crossover prodotta dalla AMC (il modello Eagle SX/4) la cui denominazione è stata ceduta dalla Chrysler (proprietaria del marchio AMC).

Data
Prezzo Ordina per:
Link sponsorizzati
Link sponsorizzati
Pagina 1 di 4