Piccola autovettura di fascia medio-bassa, la Kadett fu prodotta dalla Opel a partire dal 1962, anno in cui ricorreva il centenario della fondazione della casa automobilistica. Terminata la Seconda Guerra mondiale, la Opel attraversò un periodo difficile dal quale scelse di risollevarsi proprio con il lancio della Kadett. Il nome non fu scelto a caso, ma riprendeva quello di un'altra vettura prodotta nell'anteguerra, con l'obiettivo di creare come una sorta di continuità tra la produzione pre- e post-bellica. L' "auto della rinascita" fu prodotta per quasi trent'anni e in cinque serie diverse denominate con lettere dell'alfabeto. La Kadett A era una berlina a 3 volumi e 2 porte, dalla linea in stile americano, meccanica semplice e robusta e trazione posteriore, come nella maggior parte delle autovetture prodotte all'epoca. La seconda generazione fu lanciata nel 1965, riscosse un enorme successo e tre anni dopo ci fu un restyling di tutte le versioni che portò ad alcuni cambiamenti nella mascherina anteriore, nei gruppi ottici posteriori e negli interni. La prima versione rivoluzionata della Kadett fu quella della quarta generazione che costituiva la prima Opel a trazione anteriore. Infine nel 1985 debuttò la Kadett E, modello al quale fu data massima importanza all'aerodinamica (CX di 0.32) guadagnandosi il premio di Auto dell'anno. Una versione riutilizzata di tale modello fu commercializzata dalla Daewoo con il nome di Nexia.

Data
Prezzo Ordina per:
Link sponsorizzati

Link sponsorizzati
Pagina 1 di 2