I sonnambuli hermann broch einaudi 1960 prima edizione raro Annuncio scaduto

39 Visite

“I sonnambuli è l’opera maggiore (e la prima tradotta in italiano) di uno dei più grandi scrittori di lingua tedesca del Novecento. Viennese come Musil, Hermann Broch esordì negli anni fra le due guerre e, come è avvenuto per Musil, soltanto oggi, dopo la sua morte, l’alto valore del messaggio che ha lasciato trova pieno riconoscimento. La trilogia qui raccolta in un unico volume abbraccia un trentennio tra i due secoli, ma ciascun romanzo s’impernia su un anno cruciale, in certo modo simbolico, della storia tedesca: il 1888 riassume l’età patriarcale, dove gli ideali tradizionali, l’ordine, le gerarchie costituite cominciano a mostrare, sotto l’apparente solidità, le prime incrinature. Il vecchio von Pasenow, una straordinaria figura di aristocratico prussiano si spegne a poco a poco in una sorta di acida demenza, mentre suo figlio Joachim si rassegna ad abbandonare Ruzena, cui lo lega una violenta passione fisica, a lasciare la carriera militare, a succedergli nella parte di “signore feudale”, a sposare Elisabeth, la fanciulla che il padre gli ha destinato, ma con la inquieta consapevolezza che i tempi stanno ormai per mutare, che il suo gesto non arresterà la crisi. Protagonista della seconda parte dell’opera, che si svolge nel 1903, è Esch, un piccolo contabile che vive nel clima arroventato delle grandi città industriali, tra scioperi e lotte sociali, e tenta invano di far tornare i conti in un mondo preda dell’anarchia. Ritroviamo Esch e Joachim von Pasenow in una cittadina renana vicino al fronte, nel 1918; ma ora la parte di protagonista spetta al disertore e truffatore Huguenau, l’uomo del “realismo”, campione di quella razza di morti-viventi destinata, per Broch, a dominare il mondo. È in questo terzo romanzo che lo sperimentalismo di Roco (per il quale lo si è avvicinato a Joyce) raggiunge le sue punte estreme: alla disfatta dell’esercito tedesco, agli incendi e alle sommosse popolari, al disordine che travolge le retrovie, corrisponde l’impiego delle tecniche più disparate: la ballata, il dialogo drammatico, il saggio filosofico, l’autobiografia, servono a Broch per rappresentare espressionisticamente ciò che egli chiama “la disgregazione dei valori”, tema di fondo dell’opera.” Il libro è in buone condizioni: la sovraccoperta presenta alcuni segni del tempo e due pezzi di scotch ma l’interno del libro è in ottime condizioni. Possibile tenue ingiallimento delle pagine. Firma di appartenenza nella seconda pagina. Sono disponibile al ritiro a mano. Spedizione con piego di libri raccomandato al costo di 5 euro. Ship all over the world. Ask me for shipping costs.

Link sponsorizzati
Annunci visti di recente

Ricerche Salvate

Per salvare o visualizzare le tue Ricerche devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce:

Accedi Registrati

I Preferiti

Per salvare o visualizzare i tuoi Preferiti devi accedere all'area I MIEI ANNUNCI.

Se non sei ancora registrato, puoi farlo ora - è facile e veloce: